Reggina – Empoli: Le voci dei protagonisti

Ecco le dichiarazioni dei protagonisti dopo il pareggio a reti bianche tra Reggina ed Empoli

Gianluca Atzori “Sono soddisfatto perché davanti avevamo un grande Empoli, non siamo riusciti a fare quello che abitualmente facciamo soltanto perché loro ci hanno limitato bene. Li avevo visti contro il Siena e sapevo che avremmo avuto difficoltà: miglior difesa e imbattuta sapevamo che era molto ostica come squadra. Anche loro ci temevano, alla fine il risultato è frutto del rispetto reciproco tra le due formazioni. Avrei voluto vincere, però poi dall’altra parte ci sono gli avversari. Ho inserito Barillà perché avevo bisogno di qualcuno che mi desse copertura, non potevo sostituire Rizzo che ha caratteristiche completamente diverse. Penso che la Reggina esce rafforzata da questa partita, perché permette di prendere coscienza di questo campionato, che non può certo essere rappresentato dal 4-0 di Trieste, dove affrontavamo una squadra che fisicamente non era in grado di affrontarci. Missiroli ha fatto un buon lavoro in fase difensiva, è l’unico giocatore che ha qualità fisiche sia per fare il terzo attaccante che per rafforzare il centrocampo nelle fasi di non possesso. L’ho spostato di fascia perché Aglietti aveva programmato una copertura per lui, ho cercato di prenderlo di sorpresa. Colombo è rimasto fuori dai convocati per scelta tecnica”.

Alfredo Aglietti “Abbiamo giocato con personalità facendo girare la palla con velocità. Non era facile ottenere un risultato positivo contro una squadra come la Reggina. Temevo la spinta di delle fasce con Laverone e Rizzato, ma soprattutto il contributo di Missiroli su cui però ha lavorato bene Moro. Credo che se fra dieci anni tornerò qua sarà sempre la stessa emozione, mi sono commosso e non ho nulla di cui vergognarmi, non posso far altro che ringraziare i tifosi per come mi hanno accolto e salutato. Anche ieri tornando con l’aereo mi tornavano in mente i bei momenti passati qui e questi ricordi li custodirò per sempre”.

Christian Puggioni “Siamo soddisfatti della prestazione perché abbiamo dato tutto, in campo la Reggina ha messo voglia e determinazione. Ci è mancato quel pizzico di fortuna che ci avrebbe permesso di cambiare una partita in cui loro si difendevano bene con dieci uomini dietro la linea della palla. L’Empoli ha avuto un atteggiamento mentale molto differente dal nostro che, a mio avviso, abbiamo creato le maggiori palle gol. Penso che oggi si siano affrontate due tra le squadre più in forma. In difesa abbiamo fatto bene, stiamo crescendo, ma se la retroguardia fa bene è perché la nostra fase difensiva inizia bene sin dai nostri attaccanti”.

Daniel Adejo “E’ stata una partita combattuta, alla fine credo che il risultato sia un risultato giusto. È normale che gli avversari ti attacchino e ti mettano in difficoltà, l’importante è stare lì sul pezzo. Ho notato che il mister ha fatto i cambi per vincere la partita. Non è stata la solita Reggina, soprattutto per merito dell’Empoli. E’ un punto che fa sicuramente classifica”.

Danilo Santoro

Recommended For You

About the Author: Danilo Santoro