Il Commissario per la Sanità, Giuseppe Scopelliti a Roma per il “Piano di rientro”. Positivo il giudizio del “Tavolo Massicci”

sciopero-sanita28\10\2010 – “Abbiamo finalmente messo le basi per avviare in Calabria una nuova stagione in grado di offrire in prospettiva una sanità nuova e servizi di qualità”. Questo il primo commento del Commissario per la Sanità, Giuseppe Scopelliti, al termine della positiva riunione del “tavolo Massicci” tenutasi a Roma. I Ministeri competenti – si legge in una nota dell’Ufficio stampa della Giunta regionale – hanno riconosciuto valida la quantificazione del debito commerciale in 1,2 miliardi di euro così come comunicato recentemente dal Governatore ed è stato deciso, grazie alla concrete azioni messe in campo dalla Regione Calabria, che sarà possibile utilizzare i fondi Fas a copertura del debito al 31 dicembre 2008 ed accendere i mutui a tasso agevolato per ripianare la parte relativa ai debiti sanitari dal 2001 al 2005. I rappresentanti del Ministero hanno infatti apprezzato il modus operandi del Commissario Scopelliti giudicando positivamente, in via preliminare, la riorganizzazione delle rete ospedaliera, territoriale e dell’emergenza-urgenza. All’appuntamento, erano inoltre presenti i due sub commissari Giuseppe Navarria ed il Generale della Guardia di Finanza, Luciano Pezzi, il Direttore Generale della Presidente della Giunta, Franco Zoccali, il Dirigente Generale del Dipartimento salute Antonino Orlando ed altri dirigenti. “Sono convinto che alla prossima riunione del tavolo Massicci, così come avvenuto per altre Regioni, avremo la possibilità di poter utilizzare una prima trance degli 800 milioni di premialità attualmente fermi ai ministeri per le inadempienze della precedente amministrazione – ha affermato il Presidente Giuseppe Scopelliti. Questa mattina nel corso dell’incontro sono state affrontate le problematiche in riferimento alle scadenze previste. Il tavolo si è riservato l’esame su alcuni decreti ed al prossimo appuntamento sarà espresso il giudizio definitivo. Abbiamo portato atti concreti, un gioco di squadra dei vari uffici del Commissario, dimostrando che questa classe dirigente in Calabria ha deciso, in piena sintonia con il mandato dei cittadini, di attivare procedure tese a realizzare un’inversione di tendenza per far si che la Regione possa essere in grado di affrontare la stagione del federalismo ed abbiamo riscontrato l’apprezzamento del tavolo Massicci. C’è la concreta possibilità che l’importo di 1,2 miliardi di euro possa ridursi nei prossimi mesi poiché abbiamo messo in atto una serie di azioni: la conciliazione con aziende e fornitori e gli atti transattivi. Questa prima riunione – ha concluso il Governatore – rappresenta un primo punto importante, da parte nostra daremo un’ulteriore accelerazione per rispettare le scadenze previste e avviare, finalmente, la riorganizzazione della sanità calabrese”.

 

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano