Accordo tra l’Università Mediterranea e l’Inail

22\01\2011 – L’Università Mediterranea e la direzione regionale dell’Inail hanno sottoscritto un protocollo d’intesa sulla sicurezza sui luoghi di lavoro. L’intesa, firmata dal rettore dell’ateneo reggino Massimo Giovannini e dal direttore vicario regionale dell’Inail, Liborio Cuzzola, prevede “l’impegno a sviluppare un nuovo metodo di studi per garantire alle prossime generazioni maggiore tutela contro gli infortuni sul lavoro”. Obiettivi del protocollo d’intesa sono “la collaborazione scientifica, di ricerca, di consulenza e di formazione su specifiche tematiche di comune interesse. In particolare, tra le varie attività che saranno svolte in sinergia, spiccano la collaborazione per la progettazione e l’erogazione di percorsi formativi con reciproco arricchimento delle competenze e conoscenze attraverso l’apporto delle rispettive professionalità in termini esperenziali e di docenza; l’attivazione di assegni e dottorati di ricerca inseriti presso i vari dipartimenti dell’Università nella logica della multidisciplinarietà che caratterizza l’attività prevenzionale. E’ prevista la creazione di borse di studio e premi di laurea finanziati dall’Inail e rivolti a studenti della Mediterranea per la realizzazione di tesi di laurea o studi in materie di interesse dell’istituto, nonché diplomi di specializzazione post universitari (master) per il consolidamento di figure specializzate nella gestione degli aspetti prevenzionali negli ambienti di lavoro”. In un momento di grandi polemiche relative alle decisioni del Governo sulle Università italiane, ecco che arriva un accordo che sicuramente farà piacere agli studenti italiani che vogliono essere garantiti nel loro diritto allo studio secondario. Non è facile conciliare tutte le parti in casa ma i giovani italiani hanno bisogno di garanzia su tutti i fronti soprattutto per quanto riguarda la loro Istruzione e questa intesa può favorire una loro crescita conoscitiva e dare ulteriore forza ai vari corsi di Laurea.

Recommended For You

About the Author: Nadia Fotia