Calabria, pensiero mediterraneo

Siete esploratori in cerca di emozioni? Collezionisti di ricordi speciali? La Calabria rappresenta, per voi, il perfetto campo d’azione. Ogni luogo di questa regione è carico di magia. Dalla montagna al mare, attraversando i paesi dell’entroterra, ogni posto dà, almeno agli animi sensibili, suggestioni particolari. Tra leggende e tradizioni, arte e cultura, scoprirete l’allegria e l’ospitalità del popolo calabrese. E se siete ancora indecisi tra gli ottocento chilometri di coste e le montagne da queste racchiuse, non resta che giocarsi la scelta al “tocco”, emulando i Bronzi di Riace – protagonisti dell’ironico quanto discusso spot pubblicitario della Regione Calabria. I Bronzi di Riace sono “una carta forte che la Calabria sta giocando in modo non rituale. Se l’intento era quello di attirare l’attenzione, è stato raggiunto. Sulla qualità tecnica, però, non entro”. Questo il commento di Mario Resca, da tre anni alla guida della direzione della Valorizzazione del patrimonio culturale del Mibac. In molti hanno definito lo spot: kitsch, offensivo, addirittura volgare (mi chiedo, allora, come definire molti programmi tv); a molti altri questa pubblicità ha strappato un sorriso. Simonetta Bonomi – soprintendente ai beni archeologici della Calabria – si è detta perplessa, benché abbia ammesso di aver riso, vedendo le due statue litigare, con battute da avanspettacolo, mentre cercano di scegliere la meta calabrese delle vacanza  a “pari montagna, dispari mare”. L’originalità dello spot ha messo la Regione Calabria sotto i riflettori. Sul web e in tv impazza la pubblicità accendendo discussioni e polemiche. Il governatore della Calabria, Giuseppe Scopelliti, è intervenuto per spegnere gli animi: “ (…) E mi domando: della Gioconda liscia, gassata o Ferrarelle chissà questi critici cosa hanno pensato? Oppure sui bagni d’autore a Milano, o meglio i bagni chimici creati da Oliviero Toscani sempre con la stessa Gioconda di Leonardo? O la Statua della Libertà con i jeans della Levi’s? O ancora del David di Michelangelo ciccione diffuso via web dalla Federazione dei Giochi olimpici della Germania? O il David della Mc Donald’s? E potrei continuare a lungo. Come mai su questo non si è mai creato scandalo? Al Museo Planning Exhibition Hall di Pechino sarà possibile ammirare dei capolavori artistici, quadri e sculture che hanno fatto la storia dell’arte mondiale, animati con la tecnologia 3D, che si muovono e parlano come persone in carne ed ossa. Consiglierei a Settis, sovrintendenti, studiosi, archeologi e critici di non andare a quella mostra in Cina, magari potrebbero essere colti da malori. Insomma, non abbiamo dissacrato o offeso alcuno. La stagione della nuova Calabria passa anche attraverso questi messaggi di originalità, discontinuità e di azioni innovative e vincente”. La verità è che bisognerebbe prendere la vita con più leggerezza e ironia e riscaldare gli animi per cose davvero importanti. Sarebbe giusto chiedersi – come, sagacemente, fa la scrittrice Paola Bottero sulle pagine di scirocconews − “se i turisti attesi dalla sicura ottima redemption di questa campagna pubblicitaria milionaria troveranno voli, treni e posti letto adeguati alle loro aspettative e al loro portafogli, strade percorribili, servizi pubblici adeguati, musei aperti, mare e spiagge pulite, mete accessibili e infrastrutturate. O se invece, convinti dai bronzi ad avventurarsi nella punta dello stivale, rischieranno di tornare a casa per dare vita a quel terribile effetto boomerang che rappresenta il mostro sacro di ogni creativo. E sconsiglieranno ad amici, parenti e conoscenti di giocare alla morra per il resto dei propri giorni”. In conclusione, l’effetto di una pubblicità riuscita è di richiamare l’attenzione della gente su un “prodotto”. In questo lo spot ha fatto centro. Ci sarà anche la seconda fase a cui accenna Paola Bottero o tutto si trasformerà in un boomerang, dando nuovi argomenti a quanti sostengono che i bronzi a Reggio Calabria sono sprecati? Intando, con un sorriso, ci chiediamo perchè esca sempre “dispari”…

Curiosità:

http://www.youtube.com/watch?v=VjmNEJtoAws

http://www.youtube.com/watch?v=NcgYMDWM8d8

http://www.youtube.com/watch?v=bJNd1gVoQLs

http://www.artsblog.it/post/3830/la-monna-lisa-parla-di-se-al-planning-exhibition-hall-di-pechino

Adele Sergi

Recommended For You

About the Author: Adele Sergi