Resoconto Serie C2

Va in archivio un’altra stagione per le società reggine che militano in Serie C2. Dopo aver fatto un consuntivo singolo delle sei realtà dello stretto che si sono cimentate nel campionato, oggi facciamo un consuntivo generale di quello che hanno fatto le sei rappresentanti del basket dello stretto.
LA MIGLIORE: Senza dubbio, la Vis Zanussi di coach Surace che ha confermato le ambizioni di inizio stagione. La formazione del totem Di Bernardo ha disputato una grande annata ripagando i sacrifici fatti dalla dirigenza nella scorsa Estate. La Vis prosegua la sua scalata verso l’elite del basket calabrese grazie al lavoro ed all’entusiasmo di una dirigenza giovane e piena di grandi propositi.
LA SORPRESA: Questo titolo l’assegniamo alla Nuova Jolly, matricola terribile che ha disputato una stagione da incorniciare. Costa e compagni hanno messo in grande difficoltà anche le corazzate del torneo grazie ad un gruppo con dei giovani dal grande potenziale ed al lavoro di una realtà emergente che investe tanto nel vivaio e che sa come si portano avanti progetti positivi nel mondo del basket.

LA CONFERMA: Il Villa San Giovanni ha disputato una stagione simile a quella dello scorso anno che già si poteva archiviare come eccellente. Il presidente Versace ha costruito un organico di livello che ha lottato per le posizioni alte della classifica fino alla fine. Magari l’anno prossimo si tenterà un ulteriore salto di qualità intanto i tifosi neroverdi si sono goduti le imprese della micidiale coppia di bomber Geri-Marte.

LA DELUSIONE: Il CAP era partito per andare ai play-off invece ha lottato per non retrocedere. Un gruppo di giovani ancora troppo acerbi e la mancanza di un leader sono stati i motivi della sfortunata stagione di una realtà che, per almeno un ventennio, è stata la seconda espressione cestistica regionale ma che adesso deve ricostruire anche se il settore giovanile continua a sfornare talenti.

SI POTEVA FARE DI PIU’…: E’il commento quando pensi alla stagione dell’Olympic, una squadra dal quintetto di altissimo livello che però ha avuto troppi alti e bassi. Peccato perché Lazzara e compagni hanno comunque offerto delle prestazioni da ricordare ma l’impressione è che questo gruppo possa aspirare a qualcosa di più che ad una semplice qualificazione ai play-off.
PURO DIVERTIMENTO: E’ il concetto base dell’attività del Botteghelle che ha un gruppo cimentato da una forte amicizia che si diverte da anni a giocare, e bene, a questi livelli. I risultati sul campo vengono messi in secondo piano perché la formazione del presidente Musolino che ha anche avviato un interessante progetto sul settore giovanile assieme ai cugini della Vis.

Giuseppe Dattola

Recommended For You

About the Author: Giuseppe Dattola