Tim Cup: La Reggina di misura sulla Carrarese

20110814-014402.jpgReggina-Carrarese 1-0

Marcatori: 19’ pt Missiroli (rig.)

Reggina: Puggioni, Adejo, Cosenza, Marino A., Barillà (dal 25’ st Castiglia), Rizzo (dal 23’ st Viola N.), De Rose, Rizzato, Missiroli, Campagnacci (dal 32’ st Ceravolo), Bonazzoli. A disp. Marino P., Carroccio, Bombagi, Viola A. All. Breda.

Carrarese: Gazzoli, Bregliano (dal 35’ st Bagnai), Vannucci, Pacciardi, Benassi, Pasini, Orlandi, Corrent, Cori (dal 20’ pt Conti), Gaeta, Giovinco (dal 25’ st Ballardini). A disp. Nocchi, Trocar, Taddei, Merini. All. Sottili.

Arbitro: Velotto di Grosseto.

Note: Ammoniti: Pasini, Ricciardi, Cosenza; Angoli: 11-4; Recupero: 0’pt e 3’st.

Prima uscita ufficiale per la stagione 2011-2012, per la Reggina di Roberto Breda, che supera con il minimo sindacale, la modesta Carrarese, nel 2° turno eliminatorio della Tim Cup. Il tecnico amaranto ritrova il Granillo, dopo più di un anno. Era il 30 maggio 2010, la Reggina si congedava da una soffertissima stagione in cadetteria battendo l’Albinoleffe per 3 a 1 e ottenendo la salvezza in campionato. Gli amaranto partono subito fortissimo, assediando la metà campo dei toscani, ed è subito Campagnacci che fa suonare i primi campanelli d’allarme alla porta difesa da Gazzoli, con un bel destro da 30 metri, che “striscia” sul palo alla sinistra del portiere ospite. Si lavora poi molto sulla fascia sinistra, con i vari Missiroli e Rizzato attivissimi, che mettono in apprensione la difesa gialloblu. Calci d’angolo come se piovese: al 13’ se ne contano già 4 e proprio sugli sviluppi di quest’ultimo, è ancora Campagnacci che colpisce a botta sicura, e timbra nuovamente il palo, questa volta in maniera clamorosa. Il gol è nell’aria, ed al 19’ ecco concretizzarsi l’azione che ha consentito agli amaranto di passare il turno di Coppa Italia. Bonazzoli viene liberato bene da Campagnacci in area, Pasini lo mette giù e per Velotto non ci sono dubbi: calcio di rigore ed ammonizione per il difensore toscano. Dagli undici metri Missiroli è freddissimo, e spiazza Gazzoli insaccando alla sua sinistra.

La Reggina decide di abbassare il ritmo e la Carrarese al 34’ si affaccia timidamente in avanti, ma Puggioni è attento sulla punizione di Giovinco da posizione pericolosa. Verso la fine del primo tempo, ancora un’occasione per l’attivissimo Campagnacci, che prova di tacco da dentro l’area piccola, a battere Gazzoli il quale riesce a bloccare.

In avvio di ripresa, tocca a Bonazzoli regalare un brivido ai poco più di 2000 tifosi presenti al Granillo; il gigante di Asola “cicca” da due passi, un invitante cross rasoterra di Rizzato. È però una Carrarese quotata all’attacco. La squadra di Sottili infatti, in fase di possesso, si getta in avanti con 4 punte, ed al 12’ Corrent scalda i guantoni a Puggioni con un tiro ravvicinato. È ancora il portierone amaranto a rendersi protagonista, quando al 20’ respinge una gran botta dai 20 metri di Giovinco, tra i più attivi dei suoi. Pronta la risposta degli amaranto, che giocano in contropiede e sugli sviluppi di un calcio di punizione vanno vicini alla rete del raddoppio con Rizzato prima e Missiroli poi, che saggiano i riflessi di Gazzoli.

Si arriva al 40’ ed è ancora una volta Puggioni a negare il pari agli ospiti, che manda in angolo un tiro da fuori di Ballardini; sugli sviluppi del corner, il colpo di testa di Pasini sfiora la traversa. Dopo un brivido per un pallone vagante in area amaranto, di fatto non succede più nulla e Velotto dopo 2’ di recupero emette il triplice fischio finale. Ad attendere adesso gli amaranto nel prossimo turno ci sarà il Modena, che ha battuto per 4 a 0 il Frosinone.

Fabrizio Cantarella

Recommended For You

About the Author: Fabrizio Cantarella