Il vicepresidente Saletta lancia la sfida: “guardiamo al mare per rilanciare l’economia”

Al termine della stagione estiva e dopo i primi importanti interventi della nuova Amministrazione Provinciale, l’avv. Giuseppe Saletta, Vicepresidente del Consiglio Provinciale di Reggio Calabria e capogruppo della “Lista Scopelliti Presidente”, interviene sul tema della salvaguardia delle coste e del turismo nautico quale fonte di sviluppo economico del nostro territorio

La presentazione del Documento programmatico sulle coste e sui mari calabresi, elaborato dalla Direzione marittima – ha affermato Saletta – costituisce il primo, imponente, atto volto ad un percorso di crescita e rilancio dell’intera fascia costiera regionale. Lo straordinario dossier, con le sue seimila pagine, rappresenta una piattaforma programmatica e progettuale che rivoluziona l’intero comparto. Non posso che complimentarmi con i redattori materiali del testo e con il Governatore Giuseppe Scopelliti che, anche in questo caso, dimostra acume, lungimiranza e volontà innovativa. I maggiori quotidiani nazionali, del resto, hanno recentemente diffuso una statistica che ha evidenziato come nelle località baciate dal mare che incentivano il turismo nautico, si assiste nella stagione estiva ad una crescita economica pari all’82%. Occorre sottolineare, ancora, come il Documento sia il frutto di una stretta sinergia tra tutti gli attori istituzionali, civili e militari, che dopo oltre due anni di alacre lavoro,  ci riconsegna un’analitica sintesi dello status quo, indicando possibili strategie politico-amministrative. Ebbene, se da una parte disponiamo oggi di uno strumento tecnico auspicato da molti per anni, d’altro canto la politica deve, in virtù dei propri compiti di indirizzo e coordinamento, assumersi la responsabilità di dare seguito ai buoni propositi e mettere in campo iniziative concrete. Vi sono, dunque, alcune tappe obbligate per il rilancio del nostro litorale e, in particolare, della Costa Viola. In primo luogo – continua Saletta – non si può prescindere da un serio progetto di depurazione che elimini il problema, pressante più che mai, del mare sporco. Occorre, pertanto, continuare nel solco tracciato dal Governo Regionale, dedicandosi ad una serena ma ferma analisi dell’attuale situazione e, successivamente, ad una sintesi che tenda ad un’equa ridistribuzione delle responsabilità. Ulteriore dramma è quello dell’abusivismo edilizio. In quest’ambito, sempre di problematico approccio, occorre che le Istituzioni si adoperino per porre in essere politiche preventive di “culturalizzazione” e, d’altra parte, sostengano con convinzione le forze dell’ordine preposte alla sanzione ed alla repressione. Sono convinto che il problema possa superarsi solo se riusciremo a far capire ai cittadini che l’abusivismo è un male che sminuisce le bellezze naturali di cui abbondantemente disponiamo e che, quindi, ci penalizza tutti. È pur vero, d’altro canto, che questo fenomeno trova terreno fertile sopratutto ove manca la regolamentazione tramite Piani di Sviluppo e Piani Spiaggia. In questo senso le amministrazioni locali che ancora non lo hanno fatto, debbono dotarsi di questi che sono strumenti indispensabili per assicurare la vivibilità del territorio. Ultima problematica da tenere in debito conto è l’erosione delle coste. Nel mese di agosto scorso, una delegazione dell’Amministrazione Provinciale di Reggio Calabria guidata dal Presidente Raffa, ha effettuato un primo screening di verifica su tutta la Costa Viola e fin da subito è emersa la necessità di concepire ed attuare massicce opere di difesa, nel pieno rispetto di un paradiso naturale ancora intatto ed incontaminato. In tale circostanza è stata realizzata una prima attività di promozione a cura della Provincia, cui daremo seguito a breve con ulteriori analoghe iniziative, anche su scala nazionale.  Chiaramente – afferma il Vice Presidente del Consiglio Provinciale – accanto agli interventi strutturali, bisogna creare ulteriori occasioni di crescita. La più importante è senza dubbio quella rappresentata dal turismo nautico, una risorsa da valorizzare e che, affiancata alla cultura ed all’enogastronomia, ci permetterebbe, per almeno cinque mesi l’anno, di creare occupazione e nuove opportunità economiche e sociali. I porti di Gioia Tauro, di Tonnara di Palmi, di Bagnara e di Scilla devono necessariamente far parte di un progetto a mezzo del quale la Provincia lanci la sfida della crescita e del rinnovamento. Sulla base delle stime in mio possesso, l’affluenza di turisti connessa alle attività nautiche è aumentata rispetto al 2010 del 43%. Ciò è avvenuto grazie alle centinaia di nuovi posti barca, alla diffusione e condivisione di informazioni sui “punti nautici” della Costa Viola tra gli appassionati, alla presenza dei nostri porti sulle Carte Nautiche e sulle massime riviste di settore, all’operato di imprenditori coraggiosi e perspicaci che hanno intuito il mare come volano di sviluppo. Non posso dimenticare, in quest’ottica, quanto già realizzato nei primi cento giorni dall’Amministrazione Raffa, che ha fattivamente contribuito al finanziamento di una charter line che via mare collega Palmi alla splendida spiaggia di Cala Janculla, nonché a tutte le altre suggestive insenature della Costa Viola. Da ultimo, sono convinto che si debba e si possa “fare rete”, coinvolgendo attivamente non solo i comuni della Costa Viola, ma anche quelli pre aspromontani, certamente entusiasti di supportare un grande progetto di destagionalizzazione e ottimizzazione della gestione delle coste, destinato a dare i propri frutti nel breve e nel lungo periodo. Ecco – conclude Saletta – la sfida che vogliamo lanciare d’intesa con tutti gli assessori, ognuno per quanto di propria competenza: ci attendiamo che gli attori istituzionali e sociali lavorino di concerto per predisporre un “pacchetto turistico” completo, un prodotto fortemente accattivante, che esalti il nostro mare, senza dimenticare l’esigenza di offrire possibilità ricreative agli amanti dei borghi montani.  Credo fermamente che, lavorando sin d’ora, l’estate del 2012 possa essere quella giusta per aprire una nuova epoca ed invertire un trend eccessivamente altalenante, se non negativo.

Avv. Giuseppe Saletta – Vicepresidente del Consiglio Provinciale e Capogruppo “Lista Scopelliti Presidente”

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano