L’Audax si presenta

Nel pomeriggio di Venerdì, presso la sede sita in Motta San Giovanni della Eco Services, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione dell’Audax Basket. Da questa stagione non più quindi Audax poichè la Eco Services sarà il Title Sponsor dei bianco blu del presidente Vita. L’azienda di Demetrio Polimeni, vanta più di dieci anni di attività nella produzione di ammendante compostato misto (fertilizzante per agricoltura), derivante dal trattamento di materiale organico.

La Eco Services Reggio Calabria, potrà vantare rispetto alle altre due squadre reggine, un “pizzico” in più di esperienza in questa categoria, ed il campionato 2011-2012 sarà il sesto consecutivo. Sabarese porta centimetri sotto canestro; per Cerami e Barreca sarà l’anno della consacrazione, ritorni importanti quali quelli di Sergi, Canale, Costantino e Nucera che porteranno tanto beneficio alla causa. Da non dimenticare anche l’arrivo di Salvatico ed ovviamente il confermatissimo capitan Meduri, sempre più bandiera di questa squadra.

Ha aperto la serie di interventi Dario Catalano, il quale ha fatto un’introduzione alla conferenza per poi passare la parola al presidente La Bozzetta che ha augurato le migliori fortune alla Eco Services Reggio Calabria, sia alla squadra che all’azienda. Non ha avuto dubbi in merito alla sponsorizzazione, il titolare della Eco Services Demetrio Polimeni ed infine, il Presidente Vita ha ringraziato tutto lo staff tecnico ed i giocatori oltre ovviamente allo staff dirigenziale ed alla stessa Eco Services. Coach Furfari intervistato subito dopo la fine della conferenza si è dichiarato entusiasta di ripartire anche quest’anno con i bianco blu di Nuccio Vita, e vede nel gruppo la vera forza della squadra. Infine per quanto riguarda il settore giovanile, da sempre al centro dell’attenzione della società reggina, come sappiamo quest’anno sarà affidato a Stefano Dari. Un altro tassello che impreziosisce ulteriormente il mosaico targato Eco Serivces.

Fabrizio Cantarella

Recommended For You

About the Author: Fabrizio Cantarella