NEL DERBY REGGINO DI DNC, AUDAX – NUOVA JOLLY 53-56

Vince la Nuova Jolly (per il calendario si tratta di una vittoria in trasferta) la sfida con l’Audax nel derby reggino

che ha caratterizzato la sesta giornata del girone di andata del campionato di Dnc – girone I. Nulla da fare per i

biancoblu allenati da coach Nino Furfari, che pure hanno avuto il merito di non mollare mai e di mantenersi

sempre agganciati alla partita, anche nei frangenti in cui gli ospiti della Nj sembravano scappare via con i due

punti in tasca. La Nuova Jolly, dal canto suo, ha condotto nel punteggio sin dal primo minuto dimostrando un

temperamento in tutto simile a quello del suo condottiero Leo Ortenzi. La partita inizia con le due compagini a

studiarsi ben bene, con alcuni elementi a spiccare per iniziativa e punti nelle mani: nei padroni di casa, il

reparto piccoli con Meduri e Canale su tutti, nella Nuova Jolly un German molto ispirato conduce la manovra

dei suoi (e spesso anche finalizza). Ne consegue che il match è gradevole nonostante percentuali al tiro non

entusiasmanti e il punteggio è in (quasi) perfetto equilibrio. Il primo periodo si chiude con l’Audax avanti di due:

14-12. Nel secondo periodo, German è una furia. L’argentino degli ospiti ha la mano caldissima, soprattutto da

3 punti. La sua prestazione compensa quella in attacco di Dario Costa, apparso volitivo ma piuttosto

impreciso. La Nj adesso prende in mano il pallino del gioco e perviene al massimo vantaggio: +10, 28-18. La

sfida sembrerebbe sorridere ai neroarancio, che non hanno fatto i conti con la voglia di combattere di Canale

(prima) e Meduri e Sabarese (poi) che rintuzzano il gap: 24-30. Ci pensa ancora l’esperienza di Ates a

tranquillizzare le cose in casa Nuova Jolly, che soffre la zona e passa a zona, ricevendo in cambio un paio di

punti facili facili di Meduri che perfora agilmente: il secondo periodo si chiude sul 26-32 e conduce la Nj.

Al rientro dall’intervallo lungo è l’Audax a riportarsi sotto fino al 32-35 al quarto minuto, i ragazzi di Ortenzi

sono imprecisi e soffrono le pene dell’inferno (e della zona predisposta da coach Furfari). Suona la sveglia

l’accoppiata argentina German – Ates strappa applausi con un’azione sotto canestro in velocità e passaggio

dietro la schiena. La gara sale di tono col quarto fallo fischiato a Riccardo Costa, molto penalizzato dalle

chiamate arbitrali, e a 5 minuti dalla fine del 3 quarto ancora Ates mette 1/2 ai liberi (32-41). Serpeggia un po’

di nervosismo sicché gli arbitri decidono per un tecnico per uno a Tramontana e Costantino e gli animi tornano

calmi in vista del rush finale. La terza frazione vede ancora avanti la Nuova Jolly di 11: 36-47.

Gli ultimi dieci minuti sono bellissimi: l’inerzia della gara è tutta in favore della Nj, che si distende in

contropiede approfittando di qualche pallone recuperato nel “traffico”, che poi non sempre viene tramutato in

punti sicuri. Manca un po’ di precisione dall’una e dall’altra sponda. Gli ospiti sono carichi di falli quando

mancano sei minuti alla sirena. L’Audax sa che è arrivato il momento di produrre lo sforzo finale per ribaltare il

match e recupera fino al 43-50. Con un canestro di Sergi da 3 punti allo scadere dei 24 secondi la partita si

riapre ufficialmente (e sembrava già in cassaforte per la Nuova Jolly): 46-50 a 3.45. Ancora Dario Costa dalla

lunetta e German (2/2 dalla linea della carità) danno ossigeno agli ospiti e frenano la rincorsa dei padroni di

casa: 46-54.È qui che succede l’incredibile, ennesimo recupero nel punteggio: Canale e Cerami (canestro più

fallo) e la rimonta è confezionata con un fiocco biancoblu: 51-54 per la Jolly e pallone ancora recuperato

dall’Audax, con due punti di Barreca in avvicinamento a canestro, dopo l’errore di Canale dai 6 metri e 75.

Solo un punto divide le due squadre in un derby bellissimo: 53-54. Meduri ferma il cronometro quando

mancano 10 secondi e manda in lunetta German che segna il primo e sbaglia il secondo: 53-55. Col

cronometro in movimento Ates si fa fischiare un fallo nel caos sotto canestro Audax e Sergi va in lunetta,

sbagliando entrambi i liberi a 7 sec dalla fine. Caccamo segna il libero che chiude l’incontro. Il derby va alla

Nuova Jolly col risultato di 53-56.

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano