Viola sconfitta a Roma

La sconfitta di Roma in casa della Stella Azzurra nella prima giornata di campionato non era piaciuta a nessuna; né ai tifosi, né allo staff tecnico né alla dirigenza. La Viola non aveva cominciato bene questa sua terza esperienza in Serie B dilettanti ma, dopo quell’inatteso passo falso, ecco che i ragazzi di coach FAntozzi cominciano una serie positiva di otto successi consecutivi. La sconfitta di domenica a Corato però ha impedito al team reggino di conquistare nove vittorie consecutive e migliorare il nuovo record di franchigia. Nella sua storia, non era mai successo e, purtroppo, si deve ancora rimandare l’occasione di aggiornare il primato. Peccato perché Corato frena la cors a di Grasso e compagni dopo un periodo altamente positivo in cui lo staff tecnico ha avuto ottime risposte della squadra che cresce domenica dopo domenica e l’impressione è che ancora questo gruppo abbia dei margini di miglioramento soprattutto quando terminerà il processo di inserimento di alcuni uomini arrivati in ritardo di condizione e quando la Viola riuscirà ad essere continua per quaranta minuti perché uno dei difetti di questa squadra è quello di assentarsi in alcuni momenti del match soprattutto ad inizio gara come è successo anche a Corato dove i nero arancio hanno subito un parziale che si è rivelato decisivo.. Difetti sui quali lo staff tecnico sta lavorando giornalmente, ma l’allenatore toscano può godersi comunque un grande traguardo: quello di non aver mai perso a Reggio Calabria durante la sua gestione. La Viola è imbattuta in casa dal Maggio del 2010, quando la formazione a quel tempo allenata da Massimo Bianchi venne superata dal Catania nel terzo atto dei quarti di finali dei play-off promozione. d’allora, nessuno ha più trionfato in riva allo stretto che è diventato un fortino inespugnabile sia in regular season che nei play-off. tutto questo fa onore al lavoro compiuto dall’ex playmaker della Nazionale che, anche quest’anno, sta costruendo un gruppo in grado di lottare per la promozione fino alla fine. Forse questa Viola ha un’anima meno difensiva rispetto alla versione della passata stagione, ma i neroarancio hanno tanto talento ed uomini in grado di fare la differenza nella metà campo degli avversari. Fantozzi vuole che i suoi ragazzi non si cullino su questi allori perché la stagione è ancora lunga ma è chiaro che il filotto di vittorie ha dato fiducia ad un gruppo che si prepara da un fine anno solare intenso ed appassionante

Recommended For You

About the Author: Giuseppe Dattola