La Juventus continua il suo cammino indisturbata, l’Inter riprende la marcia

La sedicesima giornata di serie A riparte subito con tanti gol, nei tre anticipi del sabato; apre le danze il Chievo di Mimmo Di Carlo che ne rifila due firmati Thearau e Sardo al Cagliari, penalizzato dalle assenze di capitan Conti e il folletto Cossu; vince la sera il Milan in casa contro un Siena in piena crisi; non si riconosce più la squadra di mister Sannino che non può nulla contro la fisicità di Ibrahimovic, autore di una rete, e la voglia di stupire magari conquistando la nazionale di Nocerino che inaspettatamente continua a segnare. Pareggia invece Delio Rossi in casa contro l’Atalanta due a due, dove ritrovano il gol Gilardino, particolarmente ispirato e Denis punta di diamante dei nerazzurri. Le altre due reti sono di Jovetic e Masiello.Giusto il pareggio. Il derby tutto siciliano tra Catania e Palermo se lo aggiudica la squadra di Montella che stende i rosanero, sempre più in difficoltà lontani dal Barbera; segnano Lodi con un calcio di punizione magistrale e Maxi Lopez su calcio di rigore. Torna a vincere l’Inter fuori casa, sul sintetico di Cesena grazie al terzo tempo perfetto di Ranocchia che batte Antonioli. I padroni di casa cercano di agguantare il pari ma Julio Cesar abbassa la saracinesca e dice no. Tantissimi gol nella sfida tra Parma e Lecce, finisce infatti tre a tre; partono bene i padroni di casa portandosi in vantaggio con la rete di Floccari ma Di Michele si sveglia e fa una doppietta, Cuadrado segna la rete del tre a uno ma Pelle e Galloppa conducono il match sul pari. La Juventus nel derby contro il Novara dopo cinquant’anni, torna a vincere, senza grossi problemi continuando la sua marcia indisturbata. Le reti sono di Pepe e Quagliarella, partito titolare nella coppia inedita con capitan Del Piero. Novara inesistente. Malesani vince in casa contro il Bologna, in cerca di punti salvezza. Si portano in vantaggio i rossoblù con capitan Rossi che non sbaglia, solo, a pochi centimetri dalla porta in posizione sospetta, la seconda rete invece la sigla Pratto con un tiro al limite dell’aria. Bella l’azione che porta all’unica rete del Bologna sull’asse Di Vaio – Ramirez conclusasi con la rete del numero dieci. Grandissima Roma al San Paolo contro il Napoli di mister Mazzarri, ancora sulle nuvole per la qualificazione in Champions League; la squadra di Luis Enrique, dopo essersi italianizzata calcisticamente, segna tre gol ai padroni di casa, Lamela al terzo minuto poi Osvaldo e infine Simplicio. Per il Napoli il gol della bandiera lo segna Hamsik. Tentano la vittoria fino alla fine ma si arrendono al pari Lazio e Udinese, finisce infatti due a due; segna la sua prima rete in campionato Floro Flores ma Lulic pareggia e carica i suoi, in particolare Klose che non sbaglia la rete del vantaggio, sarà Pinzi per i bianconeri a siglare la rete del pari.

Foti Giuseppe

Recommended For You

About the Author: Giuseppe Foti