Tributo a Italo Falcomatà

20120104-223803.jpgDomenica pomeriggio concerto di beneficenza dedicato all’amato sindaco La serata del ricordo e della solidarietà. L’Associazione Culturale ”Carnevale 2001”, il Circolo Dopolavoro Ferroviario di Reggio Calabria e il gruppo musicale ”Cantando De Andrè”, cavalcano la struggente memoria del più amato sindaco della storia recente della città dei Bronzi, in un evento musicale a lui dedicato. L’appuntamento è per domenica 8 gennaio alle ore 17, presso il Teatro del Dopolavoro Ferroviario di Via Nino Bixio 44, ad un passo da Piazza Garibaldi. Le note, la musicalità saranno quelle inconfondibili del leggendario Fabrizio De Andrè, che sarà proposto in un vasto distillato del suo raffinato repertorio. La quota ingresso per l’evento è gratuita, con un contributo libero: una precisa scelta dell’organizzazione, che devolverà tutte le offerte in beneficenza all’orfanotrofio di Mayungu, in Kenya. La Fondazione Falcomatà persegue da anni degli importanti obiettivi sociali e coglie in pieno lo spirito dell’evento partecipando in forze allo spettacolo. La moglie e i figli del compianto protagonista della primavera reggina, accompagneranno con il pubblico la musica ed il ricordo dell’avventura politica di Italo Falcomatà, che sarà raccontata anche da contributi video e da un cortometraggio. I cinque componenti del gruppo Cantando De Andrè di Reggio Calabria, propongono l’inconfondibile musicalità del cantautore genovese da ormai 12 anni, con un percorso artistico che li ha visti esibirsi in molti prestigiosi teatri e circoli della penisola, compreso il capoluogo ligure, terra natia di De Andrè. Le voci soliste saranno quelle di Fortunato Barbaro e Daniela D’Agostino, alle chitarre si esibirà Vincenzo Foti, mentre alle tastiere la manualità sarà quella di Alfonso Romeo con la voce narrante dei vari passi affidata a Irene Polimeni. I social network hanno già recepito con eccezionale entusiasmo l’iniziativa, partendo proprio dai più giovani, segno che anche in chi, per questioni anagrafiche, Italo Falcomatà non ha potuto viverlo a pieno, è cementato uno straordinario ricordo di rigore morale e qualità umane, tramandato dalle generazioni che ne hanno vissuto in toto la sua prestigiosa avventura politica e sociale. Lo spettacolo procederà secondo il clichè preferito dai Cantando De Andrè, che con una voce narrante di sottofondo permetterà a tutti, non solo agli intenditori dell’artista ligure, di comprendere l’origine ed il senso del percorso musicale di De Andrè, che è considerato uno dei massimi poeti musicali di ogni generazione. Un modo per rendere accessibile a tutti una caratura musicale di assoluto livello come quella di De Andrè, che cantava i frammenti di vita degli emarginati e dei diversi, come le situazioni più goliardiche, con la forza di arrangiamenti preziosi e coinvolgenti. La serata ha in sé una forte componente di solidarietà, per cui si attende dal pubblico quel contributo di generosità che la gente ha sempre tributato agli eventi del gruppo reggino. Una commistione di voci, suoni e video per un contributo tangibile alla beneficenza.

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano