COMMENTO GRIGLIA PLAY-OFF VIOLA

Si è conclusa la regular season della Serie B Dilettanti. verdetti finali dunque per le protagoniste di un campionato che ha regalato grandi emozioni. La Viola ha riposato nell’ultima giornata ma ha aspettava di conoscere il suo avversario dopo aver conquistato il terzo posto del ranking.
I neroarancio se la vedranno con Scauri dopo che la formazione di Bagnoli ha terminato al sesto posto. Avversario da non sottovalutare dunque ma i nero arancio sanno come batterlo come testimonia il due a zero negli incotri stagionali fra le due protagoniste.
La vincente di questo quarto di finale se la vedrà con chi trionferà nel duello fra MArtinfaranca e Rieti dopo che i capitolini hanno chiuso con una striscia vincente che gli ha consentito di conquistare i play-off nonostante una prima parte di stagione deludente.
Dall’altra parte del tabellone, c’è la testa di serie numero uno del ranking Agrigento che pesca la rivelazione della stagione, quell’Agropoli che ha sfruttato la grande annata di alcuni suoi uomini chiave per raggiungere la post-season.
L’altra semifinalista uscirà dal confronto fra la quarta e quinta del lotto.
Roseto cercherà di sfruttare il vantaggio del fattore campo contro il Francavilla in una gara dal pronostico incerto e che potrebbe regalare qualche inaspettata sorpresa.
Rimangono fuori Potenza che perde i play-off a causa della differenza canestro e Pescara che, per buona parte della stagione, ha sognato l’accesso alla seconda fase.
Si comincia dunque il prossimo fine settimana con le serie di quarti di finale che si svolgeranno al meglio delle tre gare.
La Viola è pronta a gettarsi nella contesa e sa che dovrà giocare un mese perfetto se vorrà arrivare fino in fondo, ma l’ultimo mese e mezzo di stagione regolare ha consegnato una versione del team neroarancio in grande spolvero che ha fatto spaventare le principali rivali per il salto di categoria che sanno che dovranno fare i conti con Grasso e compagnia se vorranno festeggiare durante la prima settimana di Giugno.

Recommended For You

About the Author: Giuseppe Dattola