Pro Reggina, appuntamento con la storia

20120517-165004.jpg
A cura di Ernesto Branca
Ancora pochi giorni e finalmente potremo immergerci nel fascino della finale scudetto tra Pro Reggina e Real Statte, una finale dalle mille emozioni che sancirà, in maniera definitiva, la regina italiana del futsal femminile. Le protagoniste di questa sfida appassionante sono entrambe del raggruppamento del centro-sud e questo vuol dire molto riguardo i valori che ancora il meridione riesce a esprimere malgrado il deficit economico che lo separa dalle grandi realtà del settentrione. Ma se per il Real Statte partecipare a match di questo livello è quasi una consuetudine, lo stesso non si può dire per le fantastiche ragazze di mister Tramontana che, nel corso della stagione, grazie alle proprie qualità e ai sacrifici compiuti, hanno scritto pagine indelebili non solo per la loro vita, ma anche per una città intera che adesso freme e attende con trepidazione queste partite, che rappresentano un vero e proprio appuntamento con la storia. “Sono orgoglioso delle mie ragazze -commenta mister Tramontana- se ad inizio stagione qualcuno mi avesse detto che mi sarei ritrovato in finale scudetto, gli avrei dato del pazzo, invece adesso siamo qui a goderci questa emozione e ad attendere due, o eventualmente tre, gare di importanza vitale. A caldo mi è stato difficile rendermi conto di ciò che abbiamo raggiunto, ma col passare dei giorni e, visti gli attestati di stima che tutta la gente reggina mi ha fatto arrivare, piano piano ho inquadrato l’impresa che queste grandi ragazze hanno compiuto. Un ringraziamento lasciatemelo anche fare ai fantastici genitori delle mie ragazze che, con assiduità e tanto tanto calore, seguono la squadra non lasciandola mai sola, né in allenamento né in gara, infondendo al gruppo quella carica positiva fondamentale per raggiungere qualsiasi risultato”. Bisogna tuttavia rendere il giusto merito a coloro che, di questa squadra, sono le protagoniste principali, le sole che scendono in campo e si sacrificano per portare la Pro Reggina più in alto possibile, le ragazze amaranto che ci hanno regalato un sogno da cui non vogliamo svegliarci: Maria Teresa Trovato Mazza, portiere dai riflessi eccezionali e dotata di una reattività fuori dal comune; Martina Romeo, motorino instancabile, dotata di tanta corsa e di un piedino niente male; Roberta Cioffi, grande combattente munita di grande spirito di sacrificio; Valentina Siclari, il capitano, il faro della squadra e uno tra i talenti più lucenti di tutto il panorama del futsal femminile italiano; Loredana Vadalà, grande gregaria e sempre l’ultima a mollare; Francesca Gatto, l’anima della squadra, infonde sicurezza e carica agonistica alle compagne disimpegnandosi egregiamente quando viene chiamata in causa; Pamela Presto, croce e delizia, genio e sregolatezza, ad averne giocatrici così; Ludovica Politi, un killer d’aria di rigore e un bomber delle grandi occasioni, quando la posta in palio è alta, lei la butta dentro; Marcella Violi, una colonna difensiva insuperabile e indistruttibile, efficace anche in zona gol; Zaira Arena, il pivot dalle mille risorse e dai nervi sempre saldi, capace di trascinare le compagne anche nei momenti più difficili; Federica Mezzatesta, una forza della natura con la palla al piede, rapidità e velocità al servizio della squadra; Ilenia Mendolia, grande senso del gol, sempre pronta a mettersi al servizio della squadra e a rendersi utile nei momenti importanti; Stefania Genovese, cuore, grinta e attaccamento alla maglia ne fanno un elemento insostituibile per l’intera rosa. Un’intera squadra pronta per il grande passo, tredici ragazze pronte a superare i propri limiti per rimanere nella storia. Appuntamento a Domenica 20 Maggio alle ore 18:00 al Palabotteghelle di Reggio Calabria per Pro Reggina – Real Statte, gara 1 della finale playoff, che lo spettacolo abbia inizio!

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano