CONSULTA REGIONALE CALABRESI ALL’ESTERO

20120619-120644.jpgL’Assessore regionale all’Urbanistica Piero Aiello – informa una nota dell’Uffiio stampa della Giunta regionale – ha concluso nella serata di ieri, a Vibo, i lavori della Consulta regionale dei calabresi all’estero. Infatti, tra le sessioni che hanno animato la riunione della Consulta, che si è articolata in tre giorni di dibattito, uno spazio significativo è stato conquistato dalla mostra “Passaggi e Paesaggi” organizzata dall’Assessorato regionale all’Urbanistica. Occasione per l’Assessore all’Urbanistica, Piero Aiello, e per il dirigente generale del Dipartimento, Saverio Putortì, per fare il punto sulle attività poste in essere nel settore. Il dirigente Putortì, nell’introdurre i lavori dell’incontro,ha fatto un’illustrazione tecnica, ampia e puntuale, della mostra consistente in pannelli e foto di località e centri storici calabresi, che ha trovato il riscontro positivo dei consultori che l’hanno visitato. L’Assessore Aiello, prendendo la parola, ha detto: “Il lavoro che portiamo avanti assieme al dirigente generale ed ai dirigenti dl settore persegue un nuovo modello, che è quello di immaginare il governo del territorio e dell’urbanistica in Calabria in modo innovativo e sperimentale. Ma le cose non vanno solo immaginate, devono avere sostanza e devono diventare buone prassi, con percorsi che conferiscano dignità a questa terra e che mantengano intatto, nei calabresi, l’orgoglio di essere tali. Chi ha la responsabilità del governo del territorio ha, quindi, la responsabilità di essere costruttivo ed operativo, riempiendo di contenuti un assessorato che ha riverberi in tanti settori della quotidianità dei calabresi. Tra le priorità che ci siamo prefissati vi è, dunque, quella di migliorare la qualità della vita all’interno, rimodellando il rapporto con i sindaci, linfa induttiva importante di notizie sui territori. Abbiamo proceduto alla ridefinizione del Quadro Territoriale Regionale, bloccando il QTR precedente che si riduceva ad una mera elencazione. Abbiamo elevato il numero di centri storici destinatari del finanziamento del bando,stiamo dedicando molta attenzione alla portualità, da potenziare attraverso l’incremento dei posti barca”. “Abbiamo il dovere di lavorare e progettare – ha proseguito l’assessore Aiello – anche assecondando la sperimentazione. Per questo abbiamo rimodulato la norma sull’urbanistica che risaliva al 2002. Cercando, poi, soluzioni innovative ci siamo rivolti al Cnr al quale abbiamo proposto la costruzione di nuove strutture sul territorio regionale da mettere a disposizione, purché in cambio faccia lavorare, qui in Calabria, solo ricercatori calabresi: un modo questo per creare l’humus ideale e spingere a tornare nella nostra terra quei tanti ricercatori che sono dovuti andare altrove a svolgere la loro attività. L’assessorato all’Urbanistica presta particolare attenzione anche alle aree in cui forte è la presenza di immigrati, per creare progetti di risocializzazione, anche attraverso la costruzione di strutture ed alloggi. L’aspetto sociale, infatti, é preminente nel governo del territorio e noi dobbiamo tralasciare nulla soprattutto dal punto di vista delle idee”. “Siamo impegnati – ha concluso l’Assessore Aiello – perché questo lavoro abbia un traguardo: garantirci una crescita culturale e sociale, e questa si realizza innanzitutto dal punto di vista urbanistico perché il territorio deve essere ben organizzato per offrire un buon livello di qualità della vita”. Dopo la relazione di Aiello, è stato il consigliere regionale Alfonsino Grillo a salutare i consultori dando l’appuntamento alla prossima riunione.

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano