58° Edizione del Taormina Film Fest

Sabato 22 Luglio ha inizio la 58° Edizione del Taormina Film Fest. Ad accendere i riflettori sulla città di Taormina sono gli attori Sergio Castellitto e Margaret Mazzantini , i quali nella mattinata del 23 si sono relazionati con il pubblico discutendo sul tema”la scrittura e il cinema”, sotto la direzione di Mario Sesti. Serata movimentata, invece al Teatro antico, in occasione delle premiazioni a Paola Cortellesi e a Michele Placido. Quest’ultimo, è entrato in uno scambio reciproco di dissenzi con il pubblico, che aveva fischiato una proiezione in lingua francese, di un trailer7back stage di una produzione dello stesso Placido. Forse, lo spettacolo che tutti si aspettavano, non era certo quello offerto dall’attore, ma in fondo anche queste cose fanno odiance, sicuramente il siparietto, non verrà dimenticato tanto presto dai media. Il 24 Giugno è il giorno dell’Adone Americano, Jason Lewins, direttamente dalla serie televisiva Sex on the city, la scena giornaliera è tutta per lui, i fotografi si lo rincorrono, ma non mai come la folla di donne impazzite che, hanno riempito la platea del palazzo dei congressi di Taormina. Grande intuizione per la serata, la partita Italia – Inghilterra viene proiettata sul maxi schermo, l’evento passa leggermente in secondo piano, le premiazioni, veloci, a Janson Lewis con il Premio città di Taormina e a Ornella Muti premio Cariddi alla carriera, vengono fatte velocemente tra il primo e il secondo tempo, cosa che pare ovvia, visto che siamo o non siamo un popolo di santi, poeti navigatori e giocatori di calcio? Da ricordare che i premi, sono tutte creazioni del maestro Gerdardo Sacco, il quale tiene alto, in tutto il mondo il nome della Calabria. Lunedì 25 è il momento del regista Americano Terry Gilliam, il quale incontra pubblico e giornalisti, già da subito, appare come una persona genuina, uno che, nonostante abbia fatto tutto quello che ha fatto, si dimostra delicato umile e divertito. Anche nei spazi riservati agli addetti ai lavori, i fan non lo mollano, non gli lasciano spazio neanche per pranzare, qui succede la cosa che non ci si aspetta: il pranzo è servito, ma nelle cucine di Casa Taormina, ospite d’onore Terry Gilliam! A documentare fotograficamente il tutto, pescato dagli organizzatori, il sottoscritto. Abbandonate le foto di rito,il momento è goliardico, tra pentole fusilli e cuochi, il regista si diverte ed apprezza il pranzo. Terry Gilliam è o non è il maestro degli effetti Speciali? Prossimo ospite di taratura internazionale, Sofia Loren per la serata conclusiva del 28 Giugno, alla quale verrà consegnato Taormina Arte Award.

Simone Pizzi

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano