Qualità del mare: i dati di Goletta Verde

Anche il Sindaco Nicola D’Agostino interviene e precisa: < Lo stato delle nostre coste si può veramente dire ottimale e lontano dall’immaginario di chi, sentendo e non leggendo attentamente i dati di Goletta Verde, lo ha automaticamente investito della maglia nera sulla qualità delle acque>

 

Il Sindaco Nicola D’Agostino, vista la polemica scaturita circa i dati pubblicati da Goletta Verde di Legambiente e dopo una precisazione da parte degli stessi, ha inteso esprimere il proprio dissenso circa le modalità di diffusione dei dati che, si precisa , non equivalgono ad un monitoraggio circa la balneabilità e l’inquinamento delle coste. < Lo stato delle nostre acque, fino ad oggi, si può veramente dire ottimale e lontano dall’immaginario di chi, sentendo e non leggendo attentamente i dati diffusi da Goletta Verde, che ricordo non sono un monitoraggio, ha automaticamente investito della maglia nera sulla qualità del mare una Regione come la Calabria che del turismo fa la leva di sviluppo. L’estate 2012 è forse quella che ricorderemo, per le acque e le spiagge pulite. Ad una valutazione obiettiva, è da anni che non godevamo di un mare così limpido, oltre alle spiagge pulite e, non va sottovalutato, ad un servizio di raccolta funzionante, che non si è bloccato neanche nei giorni rossi, quali ferragosto. Aspetti questi che , a livello turistico, di certo contribuiscono e permettono a tour operator e organizzatori di proporre vacanze anche a Vibo Marina. Tanto nella Frazione di Vibo Marina, quanto nella zona di Bivona, gli stessi abitanti hanno manifestato il loro compiacimento per le condizioni decisamente migliorate soprattutto nelle zone costiere. Il Comune di Vibo Valentia, con impegno e con un lavoro sinergico con la Capitaneria di Porto, con il Consorzio industriale e le altre autorità preposte al controllo, è riuscito ad offrire, nel 2012, alla popolazione mare limpido e spiagge pulite che in questi mesi residenti e turisti stanno apprezzando.  I dati parziali di Goletta verde si riferiscono solo a controlli effettuati in zone peraltro non balneabili, quali foce dei fiumi, torrenti e scarichi di depuratori, e comunque non indicano l’effettivo stato delle acque e delle coste. Come ben affermato dall’Assessore Regionale Pugliano estendere una criticità verificata sul dato analitico e determinare un giudizio negativo sull’intera costa calabrese, non è azione corretta , e peraltro non è riscontrabile visto che ad oggi il mare si presenta pulito e limpido come da anni non si vedeva. L’estate 2012 sta confermando l’impegno di tutti nell’offrire un mare che si presenta ogni giorno pulito ad eccezione di qualche sporadico episodio. Acque limpide e spiagge pulite devono e stanno risultando la piacevolissima normalità e continueremo con impegno affinchè tale normalità si trasformi in eccellenza. A conferma di quanto scritto sono i dati circa le presenza di turisti che seppur parziali, indicano una controtendenza della Calabria rispetto al resto d’Italia.  L’attuale stato delle nostre acque e del litorale dimostra che stiamo lavorando e continueremo con impegno a farlo, nel risolvere non solo i problemi urgenti ma anche quelli strutturali>.

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano