Il Dipartimento Agricoltura ha accolto le proposte di modifica avanzate dal sistema bancario riguardanti il Fondo di Garanzia in Agricoltura

L'Assessore Regionale all'Agricoltura Michele TrematerraL’Assessore all’Agricoltura Foreste e Forestazione Michele Trematerra ha reso noto che, a seguito dei numerosi incontri e colloqui con ABI, Istituti di Credito ed Associazioni di Categoria, il Dipartimento Agricoltura ha accolto per intero le proposte di modifica avanzate dal sistema bancario al fine di rendere più efficaci le disposizioni operative riguardanti il Fondo di Garanzia in Agricoltura, pari a dieci milioni di euro, a favore delle imprese. A tal fine – informa una nota dell’ufficio stampa della giunta regionale -, sono stati predisposti dal Dipartimento Agricoltura tutti gli atti propedeutici alla parziale modifica dei regolamenti esecutivi e delle norme attuative del fondo, fermo restando la sua attuale piena operatività. Con tale adempimento l’Assessorato all’Agricoltura ha ancora una volta dimostrato la piena disponibilità al dialogo ed al confronto per migliorare gli strumenti finanziari utili alla crescita del settore primario; l’auspicio è che, grazie alle modifiche proposte, il sistema bancario metta finalmente in atto tutte le misure utili per aiutare, con tempi celeri e credibili aperture di credito, le imprese agricole beneficiarie degli aiuti del Piano di Sviluppo Rurale 2007-2013. Finora le domande presentate al soggetto gestore dagli istituti finanziari sono state poche e poche le banche coinvolte, quali Banca di Credito Cooperativo dei Due Mari e Banco di Napoli. Da pochi giorni, inoltre, la Federazione delle BCC calabresi ha sottoscritto la convenzione con il soggetto gestore del Fondo, Fincalabra, garantendo così il coinvolgimento dell’intero sistema del credito cooperativo calabrese. Occorre ricordare che attraverso il pieno utilizzo del Fondo di Garanzia in Agricoltura, si potrà raggiungere un triplice fondamentale obiettivo per lo sviluppo della Calabria: le banche hanno la possiblità di vedersi ampiamente garantito il proprio credito nei confronti degli operatori agricoli, riducendo il rischio che ogni operazione comporta; le imprese hanno la possibilità di ottenere i finanziamenti utili per realizzare gli investimenti necessari per aumentare la propria competitività; l’Assessorato potrà portare a buon fine le politiche di sviluppo approvate dalla Commissione Europea e utilizzare con qualita’ le risorse comunitarie del PSR 2007-2013 destinate all’innovazione e crescita delle aziende agricole.

g.m.

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano