Positivi gli incontri alla fiera della crocieristica di Marsiglia. Nel 2013 in Calabria arriveranno altre 10 navi da crociera

 

delegazione regione seatrade made Marsiglia

Vicepresidente – Inizia a produrre i primi risultati postivi il settore della crocieristica calabrese, grazie alla presenza della Regione al Seatrade Med, importante fiera turistica settoriale, in fase di svolgimento a Marsiglia, in Francia. La delegazione calabrese era composta dalla Vicepresidente Antonella Stasi, dall’Assessore regionale ai Trasporti ed Internazionalizzazione Luigi Fedele, dal dirigente del settore Turismo Pasquale Anastasi, dal Presidente dell’Autorita’ Portuale di Gioia Tauro e della Calabria, Giovanni Grimaldi e dal Segretario Generale Salvatore Grimaldi. Tema centrale degli incontri avuti in fiera – informa una nota dell’ufficio stampa della Giunta – l’avvio di un concreto percorso capace di sviluppare il settore del turismo crocieristico, che possa fare da traino allo sviluppo del territorio calabrese.  Nel corso dei numerosi incontri i rappresentanti della Regione e dell’Autorita’ Portuale hanno avuto l’occasione di promuovere le quattro realta’ portuali calabresi, indicate per il settore della crocieristica, quali, Crotone, Corigliano, Reggio Calabria e Vibo Valentia. Si e’ anche discusso del protocollo d’intesa sulla portualita’ gia’ discusso ed approvato dalla Giunta regionale negli scorsi giorni.  A Marsiglia la Calabria ha messo in mostra un’offerta variegata ed altamente competitiva rispetto ad altre regioni che occupano al momento grandi spazi di mercato, rappresentando una lieta novita’ nel panorama crocieristico internazionale. Le piu’ importanti compagnie mondiali del turismo crocieristico ed Autorita’ Portuali erano presenti al Seatrade Med di Marsiglia, con le quali la Regione Calabria ha gia’ avviato contatti per possibili sinergie in comune.  Il Sud Italia è una destinazione che ha dimostrato grande interesse. Un elemento piu’ volte richiamato negli incontri con l’Amministratore del terminal passeggeri di Venezia, Roberto Perocchio, nonche’ Presidente di Assomarina, gia’ presente in Calabria al momento della presentazione del Masterplan regionale sulla portualita’. Altri incontri si sono avuti con la compagnia tedesca Seacloud (specializzata in crociere con piccole navi); con il Presidente della Medcruise, Stavros Hatzakos e il Segretario generale Maria De Larratea e con il Presidente dell’Autorita’ portuale di Corfu’ Sotiris Vlachos, con il quale si discusso di avviare una cooperazione per lo sviluppo dell’area marina dell’Adriatico e dello Ionio, sul modello gia’ avviato da altre realta’. Interessanti anche i contatti con i tour operator italiani, che hanno confermato l’arrivo in Calabria, per la stagione 2013, di dieci navi da crociera, di cui nove nel porto di Crotone.  “Abbiamo illustrato le grandi potenzialita’ dei nostri quattro porti, Crotone, Corigliano, Reggio Calabria e Vibo Valentia – ha dichiarato la Vicepresidente Antonella Stasi – riscontrando un notevole interesse da parte di tutti. Siamo fiduciosi che il lavoro portato avanti in questi ultimi mesi, su indicazione del Presidente Scopelliti, possa portare buoni frutti, non solo per lo sviluppo del turismo, ma anche per la promozione in generale del territorio calabrese. Nei prossimi mesi – ha aggiunto la Vicepresidente Stasi – verranno in Calabria molti dei soggetti incontrati, per effettuare dei sopralluoghi specifici. Si tratta di realta’ portuali, quali quella di Venezia, con grande esperienza e capacita’ organizzativa, che hanno gia’ investito in altre regioni del Sud Italia, e con le quali vogliamo intraprendere utili scambi per sviluppare maggiori sinergie”. “La Calabria entra a pieno titolo in questo settore turistico che finora e’ stato trascurato – ha dichiarato l’Assessore regionale Luigi Fedele – come politiche internazionali e’ utile la nostra presenza in quanto, sia come elemento di attrazione che come promozione, possiamo offrire grandi chance per la commercializzazione dei prodotti delle nostre aziende. L’intento e’ quello di far arrivare in Calabria navi da crociera di piccole e medie dimensioni. Si tratta di un turismo, spesso di elite’, che una volta sbarcato a terra, si interessa di cultura, di storia, di tradizioni, amante delle bellezze natualistiche e paesaggistiche. Tutti elementi presenti nella nostra splendida regione”.

Comunicato Stampa – M.V.

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano