Afghanistan: il Regional Command West assume a pieno titolo il ruolo di ‘Transition Authority’

Herat, 22 luglio 2013 – Si è svolta nei giorni scorsi presso la base di ‘Camp Zafar’ (sede del 207° corpo d’armata dell’esercito afghano) una breve cerimonia con cui l’unità denominata Regional Support Command West (RSC-W) è transitata alle dirette dipendenze del Regional Command West (RC-W), il comando multinazionale sotto responsabilità italiana attualmente su base brigata alpina ‘Julia’, comandato dal generale di brigata Ignazio Gamba.

01. il generale Gamba (sx) assieme al colonnelo Walsh, comandante RSC-WIl RSC-W è un’unità statunitense che ha il compito di addestrare ed equipaggiare le Afghan National Security Forces (ANSF – forze di sicurezza afghane) dislocate nella regione ovest, contribuendo in maniera significativa a innalzare le capacità operative delle singole unità.

Il passaggio di RSC-W alle dirette dipendenze del comandante del Regional Command West, di fatto, fornisce quindi allo stesso la piena responsabilità per tutte le attività di addestramento, supporto e sostegno volte a garantire una sempre maggiore qualità delle ANSF dislocate nella regione occidentale.

Questa riconfigurazione – nell’attuale fase del delicato processo di transizione che vede da un lato le forze di sicurezza afghane detenere la leadership per la pianificazione e condotta delle operazioni e, dall’altro, le forze della coalizione internazionale fornire loro il proprio supporto in tutti quei settori in cui non sono ancora del tutto autonome – rappresenta anche l’indispensabile snellimento delle procedure che porteranno gradualmente le ANSF alla completa autonomia prevista entro il temine della missione ISAF.

02. il generale Gamba (sx) assieme al colonnelo Walsh, comandante RSC-W

c.s. – ISAF RC-W  

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano