Afghanistan: la bandiera di guerra del 4° reggimento genio guastatori arriva a Herat

la Bandiera del 4° reggimento genio guastatori sfila lo schieramento del picchetto d'onore
la Bandiera del 4° reggimento genio guastatori sfila lo schieramento del picchetto d’onore

Herat, 31 agosto 2013 – Nella mattinata odierna la Bandiera di Guerra del 4° reggimento genio guastatori di Palermo è giunta in Afghanistan presso la base ‘Camp Arena’ di Herat sede del Regional Command – West, il contingente multinazionale a guida italiana che opera nella regione occidentale dell’Afghanistan.

Nei prossimi giorni è infatti previsto l’avvicendamento alla guida della Task Force ‘Genio’, ove i guastatori palermitani del 4° reggimento subentreranno ai colleghi del 2° reggimento di Trento.

Il passaggio di consegne tra i due reparti, da qualche giorno in corso, si inserisce nel contesto generale di avvicendamento alla guida del Regional Command West tra la brigata alpina ‘Julia’, presente in teatro dal 24 marzo scorso, e la brigata meccanizzata ‘Aosta’.  Per il 4° reggimento genio guastatori, comandato dal colonnello Bruno Pisciotta, quella che sta per iniziare è la prima missione ‘a ranghi completi’: i genieri del 4°, infatti, nelle precedenti operazioni fuori dai confini nazionali – Albania, Bosnia, Kosovo e Afghanistan – sono sempre stati impiegati in unità di livello variabile (plotone, compagnia, battaglione). La Bandiera di Guerra del 4° reggimento genio guastatori, che per la prima volta dalla fine della Seconda Guerra Mondiale seguirà il reparto fuori dai confini nazionali, è decorata di una Medaglia d’Argento al Valore Militare, una Medaglia d’Oro e due Medaglie di Bronzo al Valore dell’Esercito.

la Bandiera del 4° reggimento genio guastatori sfila lo schieramento del picchetto d'onore
la Bandiera del 4° reggimento genio guastatori sfila lo schieramento del picchetto d’onore

La Task Force ‘Genio’ è l’unità specialistica del genio militare italiano che ha il compito di condurre attività di supporto alle unità di manovra al fine di assicurarne la libertà di movimento lungo le rotabili dell’area di responsabilità assegnata, nonché di concorrere all’addestramento delle forze di sicurezza afghane per incrementare il loro livello di preparazione finalizzato alla lotta contro gli ordigni esplosivi improvvisati.

 

ISAF RC-W  

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano