Firmate le convenzioni per i centri di aggregazione giovanile

Pandullo, Anastasi Morrone
Pandullo, Anastasi, Morrone

Il consigliere regionale Ennio Morrone, delegato dal presidente Scopelliti per le politiche giovanili e lo spettacolo, e il dirigente del Dipartimento turismo della Regione Pasquale Anastasi, hanno dato il via stamane, a Palazzo Alemanni, alla sottoscrizione delle convenzioni relative al finanziamento destinato ai centri di aggregazione giovanile. Alla firma dell’atto erano inoltre presenti il dirigente di servizio sport e politiche giovanili Giovanni Pandullo e la responsabile della misura Clara Vecchio. Con la pubblicazione della graduatoria definitiva e l’approvazione dello schema di convenzione il Dipartimento Turismo della Regione ha, infatti, concluso l’iter amministrativo relativo all’avviso pubblico per il finanziamento di interventi per il potenziamento e la riqualificazione delle strutture già esistenti e la realizzazione di nuovi centri in aree periferiche ed in zone ad alto rischio mafioso. Il programma, che aveva subito un rallentamento a causa dell’elevato numero di ricorsi e accesso agli atti, ha un valore complessivo di 18 milioni 798 mila euro, a valere sul POR Calabria FESR 2007/2013 (linea di intervento 4.2.4.1.) e fondo Pogas, e prevede il finanziamento di 46 iniziative. A firmare oggi la convenzione sono stati i 32 organismi per i quali si è conclusa positivamente l’istruttoria mentre i restanti beneficiari sigleranno l’atto a conclusione dell’iter. “Oggi è una giornata importante per la Regione Calabria – ha dichiarato il consigliere Morrone – perché prende il via, con la firma delle convenzioni, un significativo intervento in favore dei centri di aggregazione giovanile. Si tratta di un’azione che il presidente Scopelliti ha fortemente voluto e sostenuto perché i giovani sono il futuro della nostra terra ed è su di essi che intendiamo puntare valorizzando adeguatamente gli spazi in cui avviare attività di formazione e aggregazione di vario genere. Si tratta di un intervento strategico che consentirà il potenziamento di percorsi positivi in favore dei giovani per superare, anche, le problematiche connesse alla presenza del crimine organizzato e di potenziali situazioni di devianza o disagio. Si offre così uno strumento alle associazioni ed alle parrocchie nel quadro di ulteriori iniziative che questa amministrazione regionale ha inteso adottare a vantaggio della popolazione calabrese più giovane”. “L’attuale amministrazione regionale – ha dichiarato il dirigente generale del dipartimento turismo Pasquale Anastasi – è riuscita ad individuare le risorse, comunitarie e fondo Pogas, per recuperare un progetto che era stato definanziato dalla precedente Giunta regionale. È ferma intenzione del presidente Scopelliti, inoltre, reperire ulteriori risorse per finanziare altri progetti e far quindi scorrere le graduatorie”.

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano