Chieti-Viola 3° giornata d’andata 68 – 60

PARZIALI: 16-10/ 28-23/ 48-39
CHIETI: Glover, Raschi 9, Diomede 7, Soloperto 9, Shaw 23, Bini, Gialloreto 16, Comignai 2, Cesana 2, Di Emidio.  All.  Marzoli
VIOLA: Bell 17, Fabi 8, Sorrentino, Spera 9, Ammanato 9, Azzaro 2, Caprari 3, Loupusr, Viglianisi, Sabbatino 12. All. Ponticiello.
ARBITRI: arbitri: Angelo Valerio Bramante di San Martino Buon Albergo (VR), Umberto Tallon di Bologna e Giulio Pepponi di Spello (PG)
Team Basket Violadi Giuseppe Dattola – Terza giornata del girone d’andata per il campionato di Silver Adecco; la Viola era di scena sul parquet del Chieti, temibile formazione con la quale i neroarancio si erano già incontrati nella scorsa stagione. La sfida termina con la seconda battuta d’arresto stagionale della Viola che non riescono a bissare l’ottima prestazione di domenica scorsa in casa con Agrigento e tornano da questa trasferta con una sconfitta ed una negativa prestazione in attacco dove sono stati commessi tanti errori anche se c’è da dire che i padroni di casa hanno sfoggiato un’ottima pallacanestro su due lati del campo e due americani che possono fare la differenza in questa categoria. Settimana di lavoro normale per i reggini dopo l’esordio casalingo di domenica scorsa con Agrigento. la truppa allenata da coach Ponticiello ha lavorato forte in vista di questa sfida molto importante perché si tratta di un avversario che gli stessi obiettivi della formazione reggina nonostante siamo soltanto agli inizi di una lunga stagione. Caprari e compagni sanno che non possono permettersi un altro avvio di campionato difficile come è successo nella scorsa stagione mentre Chieti vuole regalare un successo importante al proprio pubblico contro un avversario di prestigio. Compleanno in campo per l’italo-argentino Fabi che festeggia i ventidue anni ed il nativo della terra delle Pampas vorrebbe tanto festeggiare con una vittoria. La storia della gara dice che si  comincia con le due squadre contratte ed, infatti, le percentuali si sporcano con la Viola che ha difficoltà in attacco e mette a referto soltanto dieci punti nella prima frazione; leggermente meglio i padroni di casa che sbagliano meno e chiudono il primo quarto sopra di sei. Nel secondo periodo, reazione dei reggini che si riportano sotto difendendo meglio e trovando qualche buona conclusione in attacco con Fabi ed Ammmanato ed un ottimo Spera, giovane che si sta guadagnando sempre più spazio e minuti. Più cinque per la compagine allenata da coach Marzoli che mantiene le redini dell’incontro senza scappare troppo nel punteggio. Chieti riprova ad allungare all’inizio del secondo tempo ma i reggini tengono botta anche se la partita non decolla ed il tabellone è avaro di punti ma Chieti dà uno strappo e si porta sul più sette a metà periodo. Più nove dopo trenta minuti di gioco con la Viola che deve trovarsi a rimontare in trasferta in un quarto in cui si decide il match. I teatini hanno un ottimo Shaw e provano a controllare il match ma la compagine dello stretto ha una mini reazione e si riporta sul meno cinque a sei minuti dalla fine. Sempre meno sei quando gira la boa del quarto periodo con i ragazzi di Ponticiello che non vogliono mollare. Meno tre dopo la bomba di Caprari che riaccende le speranze dei nero arancio; ma Chieti non si lascia prendere dalla sconforto e fibra un contro parziali a tre minuti dal suono della sirena. Più sette a cento quaranta secondi dalla fine per i padroni di casa che vedono il traguardo anche perché i reggini sbagliano tanto anche dalla lunetta e non riescono a rientrare definitivamente in partita. L’ultimo minuto inizia con il più sei per Glover e compagni  che chiudono il match aggiudicando si i due punti mentre Sorrentino e compagni archiviano un’altra sconfitta esterna dopo quella maturata nella prima giornata sul parquet del Corato. Archiviata la trasferta di Chieti, giorno di riposo per la Viola e poi da domani si ricomincia perché c’è il secondo match casalingo della stagione da preparare quando, a Reggio, arriva il Casalpusterlengo, compagine ostica che ha ambizioni importanti contro la quale servirà un Botteghelle pieno di entusiasmo per trascinare i reggini al successo. Intanto, in questi giorni si cercherà il sostituto di Kirkland ed, in quest’ottica, verranno provati alcuni giocatori come l’americano Brown che farà uno stage di allenamenti con l’obiettivo di convincere lo staff tecnico a dargli una chanche.

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano