Benassi: “Carattere per rialzarci subito”

benassi immagineQuindici anni di carriera alle spalle durante i quali ha militato in tutte le categorie professionistiche del calcio italiano. Massimiliano Benassi è uno degli elementi di maggiore esperienza e carisma della giovane rosa amaranto. Già in passato ha affrontato parentesi calcistiche particolarmente dure, la ricetta per venirne fuori è una sola. “Ci vuole carattere – afferma l’estremo difensore – ci si rialza pensando da squadra, da gruppo ventiquattro ore al giorno. Quello che abbiamo dato fino ad oggi evidentemente non è bastato: bisognerà fare di più, non solo nei 90′ di gioco ma in ogni istante della settimana, durante ogni fase della preparazione dell’incontro. Dobbiamo prenderci le nostre responsabilità: siamo noi ad esserci messi in questa scomoda posizione, noi a dover cambiare la rotta trascinando dalla nostra parte un ambiente che oggi legittimamente non può essere soddisfatto”. Concetti chiari, scanditi con sicurezza. Battesimo amaro quello sulla panchia amaranto di mister Castori. “Abbiamo appena cambiato allenatore ed impostazione di gioco, era difficile assimilare tutto in pochi giorni. La Reggina non è allo sbando e non lo è mai stata neppure nella precedente gestione tecnica”. Come affermato da Castori nel dopo Pescara, non tutto ciò che la squadra ha offerto nell’anticipo dell’ultimo turno è da buttare. “Dobbiamo ripartire dall’orgoglio mostrato nell’ultimo quarto d’ora e da un discreto primo tempo di assoluto equilibrio. Era una classica partita di Serie B che viaggiava sui binari dell’agonismo e dell’attenzione: eravamo riusciti a portarci avanti, il loro pareggio ha minato le nostre certezze ed abbiamo subito pagato dazio. E’ proprio in questo che dobbiamo migliorare”. Si spiega meglio, Benassi. “Avessimo avuto alle spalle un filotto di risultati utili sono convinto che avremmo reagito in maniera completamente differente al loro gol. Invece sono venute fuori le nostre fragilità, dobbiamo esser più forti sul piano mentale perchè le qualità tecniche a questa squadra non mancano”. Venerdì, la Reggina sfida il Latina. “Abbiamo subito un buon banco di prova contro una squadra che ha entusiasmo ed è in grandissima fiducia in questo momento. Noi però non possiamo più attendere. Questa maglia, questa città e questo Club non meritano questa classifica”, conclude.

fonte Regginacalcio.com

Recommended For You

About the Author: Michele Favano