Viola, momento delicato

Team Basket Viola
Team Basket Viola

di Giuseppe Dattola – Si avvicina in casa Viola la sfida con il Roseto prevista per domenica a Reggio Calabria. I ragazzi di coach Ponticiello stanno lavorando forte in vista di questa sfida molto importante contro una realtà che sta vivendo lo stesso momento della compagine neroarancio: ritornare ai massimi livelli del basket italiano dopo aver subito l’onta del fallimento. Roseto come tante grandi piazze della nostra pallacanestro è dovuta ripartire dal basso dopo aver disputato tante stagioni in Serie A. società gloriose come le due bolognesi, Caserta, Pesaro e tante altre hanno dovuto ricreare tutto dopo aver vinto scudetti e titoli europei. Ancora adesso, ogni estate, l’appassionato fa la conta delle squadre che non riescono ad iscriversi con qualche caso clamoroso come quelli delle compagini che abbiamo menzionato. Dall’inizio del nuovo millennio, è stato uno stillicidio di rinunce e, purtroppo, ad oggi, ancora i problemi che attanagliano questa disciplina non sono stati risolti ed i vari dirigenti non possono programmare a lungo termine perché devono fare i conti anno per anno altrimenti si rischia di fare dei progetti che non possono essere portati avanti. La mancanza di sponsor, le nuove modalità di tesseramento, il poco spazio mediatico ed un prodotto che non attira come succedeva in passato. I motivi della crisi sono stati sviscerati in più di un’occasione e la federazione li conosce bene ma ancora non è stata trovata una strada che possa aiutare questo sport a risalire la china. Come tutti sappiamo, anche la Viola ha dovuto ricominciare dopo il fallimento del luglio 2007 ma la nuova gestione targata Gian Cesare Muscolino ha capito alcune cose importanti, prima fra tutte che si deve puntare sui giovani se si vuole avere un futuro in questo sport. In estate, alcune sue scelte sono state criticate dai tifosi che, ovviamente, sognano il nome piuttosto che un investimento in prospettiva ma le prime settimane di regular season stanno dando ragione alle scelte di questa dirigenza che sta dando continuità all’idea nata tre anni fa. Non è facile ed anche questa versione della Viola sta affrontando mille difficoltà ma quanto meno c’è una strada precisa che viene supportata anche dai risultati ottenuti sul campo. Nel basket di oggi c’è da sopravvivere e questa società lo sta facendo nel migliore dei modi; i reggini lo hanno capito e stanno dando tanta fiducia ad un gruppo di uomini che l’hanno strameritata nonostante un  inizio di stagione fatto di quattro sconfitte e due vittorie e lo stop di Bari non è stato ben digerito dallo staff tecnico che vuole una risposta da parte dei suoi uomini.

Recommended For You

About the Author: Giuseppe Dattola