VIOLA REGGIO CALABRIA – ARCANTHEA LUCCA 65 – 64

VIOLA: Bell 24, Azzaro n.e., Caprari 6, Lupusor n.e., Fabi 7, Sabbatino 3, Viglianisi n.e., Pandolfi n.e., Spera, Ammannato 20, Hamilton 5. All. Ponticiello.
LUCCA: Deloach 12, Panzini 4, Sgobba n.e., Valenti 8, Santarossa, Motta 3, Banti 8, Parente 13, Conger 16, Di Giacomo n.e.. All. Mecacci.
Arbitri: Calogero Cappello, Alessandro Loscalzo, Christian Mottola.
Note – parziali (18-17/ 29-30 / 42-41 ) Tiri liberi: Viola 14/22, Lucca 9/10. Tiri da due: Viola 18/37, Lucca 20/41. Tiri da tre: Viola 5/14, Lucca 5/19. Rimbalzi: Viola 30, Lucca 25. Usciti per falli: Banti (L). Fallo tecnico: Parente (L). Spettatori paganti: 117, abbonati 165.
Team Basket Violadi Giuseppe Dattola – Nona giornata del girone d’andata per il campionato di Adecco Silver. La Viola ha giocato a Reggio Calabria contro il temibile Lucca, compagine con ambizioni importanti in questo torneo e che aveva bisogno di punti per rimanere in alto.
La sfida termina con il successo dei nero arancio che riscattano il brutto stop di settimana scorsa in quel di Matera.
Settimana di lavoro in casa neroarancio in vista di quest’importante impegno. La squadra ha lavorato sodo perché sapeva che sarebbe stato un ostacolo duro da superare anche perché i toscani non hanno cominciato la stagione nel migliore dei modi e vogliono risalire presto la classifica mentre la Viola non vuole perdere altro terreno e lasciare punti in casa dopo qualche battuta d’arresto. Il match si è giocato ancora una volta al Pianeta Viola per l’indisponibilità sia del Botteghelle che del Palacalafiore per due vicende che stanno facendo innervosire la società neroarancio che paventa la possibilità di giocare lontano da Reggio Calabria il prossimo match interno.
Ma torniamo alla sfida di quest’ultima domenica di novembre: si comincia a giocare dunque in un match che vede nel primo quarto gli ospiti partire subito fortissimo. Lucca sorprende i reggini con un avvio shock. I padroni di casa sembrano non essere scesi in campo e parte lo show di uno strepitoso Conger che piazza due schiacciate perentorie grazie alle quali Lucca riesce a portarsi sul 10-0 costringendo coach Ponticiello al time out.
 I primi punti Viola arrivano quasi per caso con Bell che piazza una tripla che schioda i reggini da quota zero. Da li la Viola sembra svegliarsi e, sospinta da Bell, si riporta sotto sul -3. Lucca non molla e, grazie ad alcune giocate di Parente, si riporta avanti di 6 lunghezze. Sospinta dal PalaMazzetto, però, i padroni di casa riprendono in mano il match e, grazie a un super Bell, riescono a chiudere il primo periodo avanti di un punto.
Nella prima metà del secondo periodo la gara vive un momento di stanca e le squadre non riescono a sbloccare il risultato. Ci pensa Lucca dopo cinque minuti del secondo quarto a muovere il punteggio e a portarsi sul +3. La Viola resta attaccata al match e sempre Bell in contropiede impatta sul 24 pari. Entra in campo Caprari ed entra in partita Hamilton che con due stoppate chiude la porta ai lucchesi caricando e non poco il pubblico del PalaMazzetto. Gli ospiti si affidano alle giocate di Parente e si riportano in vantaggio sul finale grazie al canestro di Valenti. Al rientro dagli spogliatoi parte subito fortissimo la Viola che grazie a una bomba di Nunzio Sabbatino si porta sul +2. La risposta alle schiacciate di Conger arriva a cinque minuti dal termine quando Hamilton recupera palla si alza dalla linea della lunetta e schiaccia in testa a Parente costringendo coach Mecacci a chiamare un time out sul +6 Viola. Il massimo vantaggio Viola arriva su un perfetto pick and roll giocato da Sabbatino e Ammannato con quest’ultimo che appoggia il +10. La risposta lucchese è veemente. Gli ospiti, favoriti da qualche fischio dubbio, si riportano sotto e, una tripla di capitan Parente costringe coach Ponticiello al time out sul 42-41 Viola.
Il quarto periodo si gioca sul filo dell’equilibrio. Le due squadre si fronteggiano trovando spesso il sorpasso reciproco. L’equilibrio si interrompe quando capitan Parenti si vede fischiare un fallo tecnico che permette alla Viola di allungare sul +8.
Una gara dal punteggio bassissimo si accende improvvisamente e la Viola trascinata da un grandissimo Bell, dopo essere stata recuperata dagli ospiti, torna sul +10. Gli ospiti però non ci stanno e si affidano alle giocate di Deloach che con una tripla e un altro paio di ottime esecuzioni riporta Lucca sul -5 infuocando ulteriormente gli ultimi minuti di gara.
I nero arancio sospinti da un grande pubblico riescono però a non perdere la calma e a mantenere il vantaggio nonostante il ritorno degli ospiti chiudendo la gara sul 65-64. Va in archivio dunque la sfida fra Viola e Lucca; adesso ci sarà il classico giorno di riposo dopo di chè si torna da domani in campo per preparare il prossimo incontro che sarà fra sei giorni a Ferrara sul parquet della Mobyt, altra formazione che ha un passato importante e che vuole recitare un ruolo da protagonista.

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano