IL PUNTO DOPO LA DECADENZA

di Carlo Viscardi – Dopo l’avvenuta decadenza del Senatore Silvio Berlusconi, ora tornato semplicemente Sig. Berlusconi, la vita politica dal nostro paese, non sembra aver cambiato direzione di guida e velocità di marcia….
Ora Giorgio Napolitano, ha ricevuto al Quirinale il Ministro per i Rapporti con il Parlamento, Franceschini e il Ministro per le Riforme, Quagliariello, con i quali ha esaminato le prospettive e l’iter delle riforme costituzionali e delle proposte di modifica della legge elettorale.Ministro_Alfano
Subito si fanno sentire i dettami del Ncd (Nuovo centro destra) per voce del Vice-Premier Angelino Alfano che dichiara : “Subito dopo il congresso del Pd, su cui non vogliamo interferire, e subito dopo l’approvazione definitiva della legge di stabilità vogliamo fare un patto, un contratto di programma per l’Italia del 2014.” Che aggiunge e sottolinea : “Abbiamo parlamentari sufficienti per tenere in vita il governo ma anche viceversa.” Sottolineando il fatto che la maggioranza ora molto risicata, dopo l’uscita di Forza Italia, è appesa ad un filo, a meno che non riescano a convincere altre forze politiche a far parte della maggioranza di governo.
Potremmo dire che se Berlusconi, a detta della maggioranza, rappresentava il “male assoluto” il punto nevralgico dei problemi del nostro paese, dopo la su a decadenza non sembra nemmeno che qualche effetto positivo si sia visto, anzi….
Un avvertimento arriva da uno dei candidati alle primarie dello stesso partito di Letta, Gianni Cuperlo, che su La7 a “Che Aria Tira” dichiara : “Il governo è più forte se fa le cose, le ricette usate fino ad ora non bastano perché il Paese è seduto sull’orlo di una polveriera. Serve adesso un cambio di passo e decisivo.”
Non si prospettano delle vacanze natalizie “all’acqua di rose” per il governo Letta e nemmeno per il Presidente Napolitano…
Vedremo ora come la politica e l’opinione pubblica “digeriranno” e “metabolizzeranno” gli ultimi accadimenti politici.

Recommended For You

About the Author: Carlo Viscardi