Dalla Regione 2.430.000 euro per la diffusione di best practices

ufficio stampa Regione Calabria
ufficio stampa Regione Calabria

Il Presidente della Regione Giuseppe Scopelliti ha preso parte alla presentazione della “Carta dei Servizi e Bilancio Sociale”, iniziativa tenutasi presso la Corte d’Appello di Reggio Calabria che rientra nell’ambito del progetto di “Diffusione di best practices” presso gli uffici giudiziari della regione. La Calabria ha aderito, assieme ad altre Regioni, all’azione che complessivamente coinvolge vari Uffici giudiziari distribuiti in tutto il territorio nazionale per la realizzazione di progetti regionali di best practices. All’incontro erano presenti il Presidente della Corte d’Appello Giovanni Battista Macrì, il Presidente del Tribunale Luciano Gerardis, il Procuratore della Repubblica Federico Cafiero de Raho, il Procuratore Generale della Repubblica Salvatore Di Landro, Filippo Chesi e Carlo Bonetti di Lattanzio e Associati, il Dirigente regionale del Settore Programmazione Comunitaria Luigi Zinno e Maria Francesca Currà responsabile del procedimento. Il progetto è stato fortemente sostenuto dal presidente Scopelliti e da Bruno Calvetta, Autorità di Gestione del Por Calabria Fse. La Regione ha infatti destinato ha destinato circa 2.430.000 euro del POR Fse 2007/2013 per finanziare la realizzazione del Progetto Best Practices in otto uffici giudiziari calabresi selezionati dal Ministero della Giustizia: Procura della Repubblica di Palmi, Tribunale di Castrovillari, Corte di Appello di Reggio Calabria, Tribunale di Reggio Calabria, Corte di Appello di Catanzaro, Procura della Repubblica di Reggio Calabria, Procura della Repubblica di Catanzaro e Procura della Repubblica di Vibo Valentia. La Regione ha altresì deciso di utilizzare le economie del contratto per estendere il progetto ad altri uffici giudiziari regionali. Ha manifestato tale disponibilità al Ministero della Giustizia che ha indicato l’ordine di priorità a seguito dell’istruttoria tecnica condotta dell’Unità Strategica. Le risorse disponibili hanno permesso l’estensione del progetto ad altri sette uffici, seguendo l’ordine di priorità indicato dal Ministero: Procura Generale di Reggio Calabria; Tribunale di Palmi; Tribunale di Vibo Valentia; Tribunale di Cosenza; Procura della Repubblica di Cosenza; Tribunale di Catanzaro e Procura di Castrovillari. Obiettivo del progetto è quello di dotare le sedi degli Uffici Giudiziari di una struttura organizzativa moderna, in grado di rispondere con attenzione alle sollecitazioni della cittadinanza, dei diversi utenti e dei portatori di interesse, ed organizzata secondo le indicazioni del new public management. In pratica: aumentare la qualità dei servizi della giustizia civile e penale; ridurre i costi di funzionamento dell’organizzazione giudiziaria; aumentare la capacità di informazione e comunicazione; aumentare la responsabilità sociale degli uffici giudiziari sui risultati e sull’uso delle risorse pubbliche.  Il presidente Scopelliti nel suo intervento si è detto soddisfatto per aver sostenuto questo progetto evidenziando che nella prossima programmazione 2014-2020 saranno disponibili nuove risorse per continuare questa importante iniziativa. m.c.

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano