Il “contestatore” aggredito da Agliano a Piazza Italia durante la manifestazione di Scopelliti

Ora Basta! Pietro Marcianò aderisce a “Liberi di Ricominciare”

Marcianò: “ho deciso di dedicarmi alla politica. La fanno pure gli sciocchi, non vedo perché non potrei farla pure io”

liberi di ricominciareLa politica è un elemento fondamentale che secondo un’antica definizione aristotelica “È l’arte di governare una società”.

Col tempo la politica si è trasformata da definizione filosofica astratta a soggetto, cioè, nella c. d. società civile, fatta di movimenti politici sia di massa sia di opinione, di associazioni e organizzazioni “no profit” che cercano di dare ognuno secondo il proprio punto di vista e le proprie aspirazioni, un contributo allo svolgimento delle attività amministrative socio-economiche di un territorio. In buona sostanza, della politica, in una società libera e democratica non si può assolutamente fare a meno.

Tutti i cittadini, a prescindere se appartenenti ad associazioni o movimenti, danno il proprio contributo, tramite l’Istituto democratico del voto (diritto-dovere), alla costituzione della classe politica necessaria per l’amministrazione della “Res Publica”.

Il sottoscritto, per anni è stato soggetto attivo, spettatore del teatro della politica, senza mai però applaudire, in quanto, sempre insoddisfatto dell’operato dei rappresentanti politici di turno negli anni trascorsi.

In occasione della manifestazione pubblica denominata “ORA BASTA”, organizzata dal Sig. Giuseppe Scopelliti, nella location di Piazza Italia, svoltasi la sera del 7 febbraio ho deciso di parteciparvi, per dire anch’io… ora basta!!

La mia interiezione, ovviamente, nasce però da una disapprovazione totale per chi ha, e continua tuttora ad amministrare la cosa pubblica in maniera negativa, procurando nocumento al territorio e alla popolazione.

Che delusione!!

La mia civile e democratica disapprovazione, sostenuta con l’ausilio di qualche fischio, indirizzato all’ex Sindaco Demetrio Arena, primo oratore della compagine politica della serata, non è stato gradito dagli organizzatori del comizio; al punto che, con modi non proprio cortesi, sono stato invitato a lasciare l’agorà.

Pietro Marcianò: Il vile atto subito, ha scatenato in me, una reazione ormonale tale da farmi decidere di dedicarmi alla politica.

Stimolato ulteriormente, dalle centinaia di manifestazioni pubbliche di solidarietà nei miei confronti, per l’esilarante aggressione subita in Piazza Italia.

La fanno pure gli sciocchi, ho pensato, non vedo perché non potrei farla pure io?

Allora, vista la mia convinzione nell’affermare che serve un vero cambiamento, una politica volta soltanto al bene sociale e soprattutto mirata a interventi risolutivi e non palliativi. Una politica che possa dare il massimo senza pretendere mai nulla.

Una politica che sia veramente rappresentativa di tutte le classi sociali e che riesca a garantire un servizio pubblico efficiente, efficace ed equo; chiedendo ai Cittadini un “contributo” commisurato alle effettive possibilità economiche di ogni soggetto.

Considerando che è giunto il momento di dire veramente basta all’arroganza, alle vessazioni, ai disservizi e alle bugie, ho deciso di accettare l’invito del Presidente Paolo Ferrara, ed entrare ufficialmente a fare parte del Movimento “LIBERI DI RICOMINCIARE”. Riconoscendo in Paolo Ferrara grandi qualità umane e indiscutibile integrità morale.

Condividendo la linea politica di “Liberi di Ricominciare”, mi onoro di farne ufficialmente parte e di poter dare il mio contributo in seno al Movimento, per il benessere della città di Reggio Calabria e di tutti i suoi abitanti.

COMUNICATO STAMPA Pietro Vincenzo Marcianò

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano