ROSETO 81 – VIOLA 82 , i Neroarancio ancora corsari

PARZIALI: 21-24/ 36-41/ 59-63

 
ROSETO: Sowell 17, Legion 28, Stanic 10, Leo 8, Bisconti 11, Serroni, De Dominicis, Zaharie 5, Marino 2, Gloria. All. Trullo
 
VIOLA: Caprari 3, Fabi 7, Monaldi 5, ammanato 9, Hamilton 10, Dia 16, Azzaro, Sabbatino 17, Sorrentino 13, spera 2. All. Ponticiello
 
ARBITRI: ARBITRI: Cappello di Agrigenmto, Scudiero di Milano e Radaelli di Rho
 
violaSettima giornata del girone di ritorno per il campionato di Adecco Silver. La Viola era impegnata in trasferta contro il Roseto, altra nobile decaduta in cerca di rilancio. La sfida termina con un’altra grande prestazione del team neroarancio che sbanca uno dei palazzetti più difficili del campionato e continua la sua scalata in classifica. Caprari e compagni giocano un match autoritario ed ormai dimenticano le difficoltà esterne del girone d’andata. Torna la settimana di lavoro normale per i neroarancio dopo il tour de force di inizio febbraio. I reggini hanno lavorato forte in questi giorni per arrivare pronti alla sfida contro una realtà che ha avuto qualche difficoltà in questa stagione ma che è in netta ripresa dopo il cambio di guida tecnica. L’obiettivo dei reggini è quello di migliorare il rendimento esterno dove ci sono state tante difficoltà fino a questo momento della stagione anche se i reggini si sono sbloccati a Recanati dieci giorni fa. Posta in palio alta dunque per le due contendenti che vogliono la vittoria per continuare ad inseguire i rispettivi obiettivi con i reggini a caccia del terzo brindisi consecutivo, cosa mai successa in questa stagione contro un avversario che lamenta qualche assenza di troppo. Ed ecco che si comincia dunque con la gara che dice che, nel primo quarto, le due squadre giocano una buona pallacanestro offensiva ed i padroni di casa provano a scappare subito nel punteggio ma i reggini reagiscono subito e si affidano al caldissimo Sorrentino ma tutti gli uomini schierati da coach ponticello rispondono bene ed, infatti, dopo dieci minuti il tabellone dice più tre per la Viola. Vantaggio che però aumenta grazie ad una maggiore attenzione in difesa per la compagine dello stretto che vola a più nove a metà secondo quarto quando Sabbatino, dalla panchina, segna canestri importanti e da il via al parziale neroarancio. Ma il Roseto si sveglia grazie a Sowell e Stanic; vantaggio dei reggini ridotto ai minimi termini e gara riparte ed, infatti, si va al riposo lungo con il punteggio che dice più cinque per i ragazzi del presidente Muscolino dopo un altro sussulto finale degli ospiti. Il secondo tempo comincia con un sostanziale equilibrio; Viola che si mantiene in vantaggio di qualche punto ma i padroni di casa non mollano e rispondono colpo su colpo. Più quattro per i reggini all’inizio dell’ultimo e decisivo periodo quando si decidono i giochi di una gara molto importante per entrambe le squadre. Hamilton fa resistere la Viola nonostante i tentativi di Stanic e compagni di riprendersi in mano il match; più cinque a due minuti dalla fine quando ci prova l’altro americano Legion. Viola che non molla e difende il vantaggio grazie anche ad uno straordinario Dia fino a trenta secondi dalla fine. Roseto stringe le maglia e ci prova ed in qualche modo riapre la partita ma la Viola resiste e si prende l’intera posta in palio dopo aver dimostrato freddezza nei possessi finali con i tifosi presenti in trasferta che urlano giustamente di gioia. Adesso deve essere archiviata la sfida con Roseto, ci sarà il classico lunedì di riposo per la Viola che da domani tornerà in campo per preparare la prossima sfida. I reggini tornano in Calabria per ospitare il forte Matera dell’ex coach Gianni Benedetto in una gara che vede i lucani favoriti per la migliore posizione in classifica ma dovranno fare i conti con l’orgoglio di una compagine che non può permettersi ulteriori passi falsi nel momento chiave della stagione.

Recommended For You

About the Author: Giuseppe Dattola