A Reggio Calabria psicologi e medici insieme, per il benessere psicofisico dei cittadini

mediciÈ stato presentato oggi, alla sala Giuditta Levato di Palazzo Campanella, sede del Consiglio Regionale della Calabria, il progetto integrato e sperimentale “FeliceMente”, promosso dai sindacati, aderenti a ConfProfessioni, PLP – Psicologi Liberi Professionisti, FIMMG – Federazione Italiana Medici di Famiglia e FIMP – Federazione Italiana Medici Pediatri, con il patrocinio del Consiglio Regionale della Calabria, l’Ordine degli Psicologi della Calabria e l’Ordine dei Medici della Provincia di Reggio Calabria. La dottoressa Dominella Quagliata, in qualità di presidente regionale PLP e responsabile del progetto, ha esplicitato i costrutti che hanno determinato l’implementazione dell’iniziativa, dunque la consapevolezza che, secondo la progressiva affermazione del modello bio-psico-sociale, non è efficace prendere in carico qualunque problema di salute solo dal punto di vista del corpo o della mente. Infatti è illustrato dalle più recenti ricerche in psicologia della salute e in psicosomatica che qualunque tipo di problema medico può trovare una migliore risoluzione se, oltre ad essere considerato in termini biologici, viene inquadrato nel contesto relazionale e nel ciclo di vita del paziente. L’onorevole Tilde Minasi ha riferito che secondo una stima, generalmente riconosciuta in campo scientifico, i problemi di natura psico-sociale occupano il 40-60% delle consultazioni mediche a livello di cure primarie (visite dal medico di famiglia) e, d’altra parte, i medici di famiglia vengono consultati molto più spesso degli psicologi per problemi di natura mentale e comportamentale. Inoltre, dagli stuti realizzati risultano riguardo le ricadute economiche degli interventi psicologici nell’ambito delle cure primarie è emersa una riduzione delle spese sanitarie tra il 33 ed il 47%. La rappresentanza delle realtà ordinistiche presenti alla conferenza, psicologi e medici, costituita dalla dottoressa Elisa Mottola e dal dottor Vincenzo Nociti, ha evidenziato la necessità di un cambiamento culturale che possa determinare una presa in carico globale della persona/paziente, in ottica olistica, riconoscendo nel connubio medico-psicologo una facilitazione dell’incremento della qualità della vita della popolazione territoriale. Infine i componenti del comitato direttivo – la dott.ssa Simona Cordiani (PLP); la dr.ssa Caterina Alessi (FIMMG); il dr. Domenico Capomolla (FIMP) e il dr. Frnco Catalano (FIMMG) – hanno illustrato “FeliceMente” dichiarando che, per almeno un anno, i cittadini della provincia di Reggio Calabria potranno incontrare negli studi dei medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta che aderiscono al progetto, per un giorno a settimana, gli psicologi, che dopo la visita congiunta con il medico saranno disponibili per ulteriori tre incontri. Il servizio è gratuito per tutti i cittadini iscritti al SSN.

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano