Imbalzano sui nuclei cure primarie Asp 5

 BENE FIRMA PROTOCOLLO, MA PROGETTO DEVE COINVOLGERE INTERA PROVINCIA.

ufficio stampa Regione Calabria“L’annunciata firma del protocollo tra il Commissario Straordinario dell’ ASP 5 Franco Sarica ed i rappresentanti sindacali dei medici di Medicina generale è un primo passo per dare concreta attuazione da una parte alle indicazioni legislative ed alle disposizioni del D.P.G.R. 18/2010 mirate al riordino della Sanità territoriale, dall’altra per rispondere concretamente alla volontà espressa con voto unanime dal Consiglio Regionale sulla nostra Mozione N. 85 del 14.01.2013, dedicata all’importante questione.” È quanto afferma il Presidente della Commissione “Bilancio, Attività Produttive e Fondi Comunitari” del Consiglio Regionale Candeloro Imbalzano, che da almeno due anni conduce una tenace battaglia per la realizzazione di questi progetti. “Finalmente, dopo la costante e intensa attività da noi svolta, in stretta sinergia con i rappresentanti dei medici e con i nuclei di fatto costituiti in buona parte della provincia di Reggio, l’accordo è un segnale certo incoraggiante, ma che va sicuramente modulato in rapporto all’impegno già messo in campo dai gruppi organizzati di professionisti di medicina generale. Penso al progetto già presentato all’ASP da un’efficiente e qualificato gruppo di professionisti di Gioia Tauro, ma anche ad analoghe iniziative in corso a Bagnara e a San Giorgio Morgeto, oltre che a Reggio e sulla costa Jonica”, continua Candeloro Imbalzano. “Se è vero che naturali esigenze di utilizzo virtuoso delle risorse disponibili suggeriscono di attrezzare anzitutto strutture pubbliche, ove disponibili, è altresì vero che l’attivazione di questi progetti, da noi fortemente sostenuti, non può essere limitato ai territori dove insistono ospedali e poliambulatori ben attrezzati”, aggiunge Imbalzano. “Così come avvenuto nelle altre Provincie, (a Cosenza esistono ben 10 Nuclei di Cure Primarie) l’ASP 5 non potrà non esaminare con la massima e tempestiva attenzione anche quei progetti (Gioia Tauro e non solo) che per la disponibilità e le capacità professionali dei Medici proponenti ed animati da forte spirito di squadra e di amore per il territorio ed i malati, risultano in linea con gli standard richiesti”, continua ancora Candeloro Imbalzano. “Per questi motivi, invitiamo il Commissario Sarica, al quale esprimiamo il nostro apprezzamento per l’avvio di questo primo step, ad esaminare al più presto le richieste progettuali di quei gruppi già organizzati di medici di base del territorio provinciale ai quali, ricordo, è affidato il compito centrale di tradurre i bisogni sanitari dei pazienti in assistenza da parte del S.S.R., orientando la rete di offerta sanitaria in funzione dei bisogni reali di salute, pur sempre nell’ottica di riqualificazione della spesa pubblica”, conclude il Consigliere regionale Candeloro Imbalzano.

On. Candeloro Imbalzano

Presidente Commissione

“Bilancio, Attività Produttive

e Fondi Comunitari”

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano