Elezioni europee: i risultati a Reggio Calabria

Le elezioni europee sono terminate. La percentuale di affluenza che si è registrata nel comune di Reggio Calabria, alle ore 23, cioè alla chiusura dei seggi, si è attesta al 43,89 %, mentre risultava pari al 28,01 % e al 8,11 %, rispettivamente, alle 19:00 e alle 12:00. Anche a Reggio la vittoria del Pd è netta con 21072 per una percentuale pari al 34,74 %. La più votata è Pina Picierno con 4338 voti, seguono Giuseppe Arlacchi con 3823 e Mario Maiolo con 2780. Il Movimento Cinque Stelle si attesta sulla media nazionale, ottenendo il 21,26%, pari a 12891 voti, e scendendo chiaramente al di sotto delle grandi aspettative che anche in città sono state disattese. Degno di nota è comunque il risultato di Laura Ferrara che ha raggiunto 2552 voti, a cui segue Isabella Adinolfi con i suoi 992 voti e Daniela Aiuto con 661. Il partito di Silvio Berlusconi, Forza Italia, scende, seppur di poco (nemmeno un punto percentuale), al di sotto della media nazionale registrando il 15,85 %, per un totale di 9610. Raffaele Fitto, che ha conseguito il record di preferenze a livello nazionale, chiude con 2816 voti, distaccando di gran lunga gli altri candidati, tra cui Maria Tripodi e Raffaele Baldassarre che chiudono con 998 e 649. Risultato lusinghiero, invece, per il Nuovo Centro Destra. Il movimento di cui è leader il ministro Angelino Alfano, seppur assieme all’Udc, chiude con il 14, 15 % superando di molto la media nazionale ottenuta dalla coazione. Degli 8581 voti ottenuti, 6660 sono dell’ex sindaco ed ex Governatore della Regione Calabria, Giuseppe Scopelliti, 506 di Lorenzo Cesa. Fratelli d’Italia chiude la competizione elettorale europea ottenendo 1707, pari al 2,81 %, di gran lunga inferiore ai voti che furono di Alleanza Nazionale, dopo, e del Movimento Sociale Italiano, prima. Gli elettori di destra evidentemente non si sono lasciati convincere, cosi come è accaduto a livello nazionale, dal progetto di Giorgia Meloni che ha ottenuto 979 voti, contro i 422 di Gianni Alemanno. Risultato degno di nota anche quello della lista di sinistra, L’altra Europa con Tsipras, che supera la media nazionale con 7.72 %, pari a 4684 voti. Antonio Perna ha ottenuto 2500 voti di preferenza, cui seguono Domenico Gattuso con 1820 e Barbara Spinelli con 617. Le altre liste non arrivano al 2% o, neppure, all’1%. Scelta Europea chiude con l’1,78% (1079 voti), Lega Nord con lo 0,51% (309), Verdi Europei – Green Italia con lo 0,49 (297), Io Cambio con lo 0,14 (83). Un vero e proprio tracollo, se confrontato con i risultati elettorali passati, per l’Italia dei Valori che con lo 0.54% ottiene 327 voti complessiviElezioni europee rc

Recommended For You

About the Author: Luigi Iacopino