Memoria e legalità: un ponte tra Palmi e Scandicci in ricordo di Rossella Casini

Rossella CasiniPalmi – Un ponte ideale collega la cittadina della Piana al comune di Scandicci, dove l’Istituto Comprensivo Scandicci I, a conclusione di un percorso sulla legalità, in collaborazione con “Libera Toscana”, è stato intitolato a Rossella Casini, coraggiosa donna fiorentina che ha sfidato la ’ndrangheta, a costo della propria vita. Il coordinamento “Rossella Casini” di Palmi e la scuola toscana uniti in un sodalizio fatto di memoria, di impegno e di denuncia contro tutte le mafie. In Calabria, una terra bella e piena di contraddizioni, che Rossella aveva imparato a conoscere, e nella quale ha pagato con la vita la sua volontà di giustizia, l’impegno del Coordinamento continua affinché il suo simbolo e il suo esempio siano parte di una storia di riscatto contro la ’ndrangheta che ha ucciso tante vittime innocenti, e insieme a loro, un po’ del futuro di questo territorio. Mentre, a Palmi, il percorso per l’intitolazione di una via a Rossella Casini prosegue caparbio, oggi, a Scandicci, andrà in scena, con la collaborazione di “Libera Toscana” e della Fondazione “Il cuore si scioglie”, per gli studenti dell’Istituto Comprensivo e dell’Istituto Superiore “Russel Newton”, al teatro Aurora, alle 9.30, lo spettacolo ispirato alla sua storia, “Ultimo domicilio: sconosciuto” di Fiamma Negri e Giusi Salis. Seguirà un incontro con Francesca Chirico, giornalista calabrese e autrice del libro “Io parlo. Donne ribelli in terra di ’ndrangheta”. Alle 21,00, dopo la replica serale dello spettacolo, un incontro-dibattito con Francesca Chirico e Giuseppe Bianco, il Pm al processo per i presunti assassini di Rossella Casini. Gli incontri saranno condotti da Andrea Bigalli, referente “Libera Toscana”.

Il Coordinamento Rossella Casini

Palmi

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano