SUL :“Rinegoziazione dei Contratti Collettivi Decentrati Integrativi per gli anni 2010, 2011, 2012, 2013” …che ??

SULIl 12 giugno, cioè domani, l’Amministrazione Comunale di Reggio Calabria ha convocato una riunione con le Rappresentanze Sindacali Unitarie con all’ordine del giorno: “Rinegoziazione dei Contratti Collettivi Decentrati Integrativi per gli anni 2010, 2011, 2012, 2013”. Forse ci siamo distratti e ci siamo persi alcuni passaggi burocratici e perciò chiediamo all’Amministrazione Comunale di chiarirci alcune questioni:

  1. il Contratto Decentrato Collettivo Integrativo per l’annualità economica 2010 ci risulta già sottoscritto, ma non ancora integralmente applicato (vedi produttività individuale, ad esempio). Cosa si dovrebbe rinegoziare oggi?;

  2. si è a conoscenza che le somme disposte per la contrattazione decentrata del 2010 influenzeranno quelle degli anni successivi? Ossia: l’anno 2010 definisce il fondo economico contrattuale su cui occorre operare per gli anni successivi e dunque se si abbassa il budget 2010 di conseguenza quelli per gli anni seguenti subiranno un consistente decremento economico. È questo l’obiettivo dell’Amministrazione Comunale? È questo che accetterebbero sindacati tanto contrattualmente sprovveduti da dare l’assenso alla “rinegoziazione”?;

  3. parlare ora per allora di “rinegoziazione” per gli anni seguenti al 2010 implica, ovviamente, che ci sono Contratti Decentrati Integrativi firmati per quegli stessi anni. Noi non ne siamo a conoscenza e così buona parte della RSU. È un errore di battitura nella convocazione o siamo in presenza di contratti decentrati fantasma firmati ad insaputa dei dipendenti, della RSU e dei sindacati? E visto che ci siamo perché non si avvia la contrattazione per il 2014?;

  4. qualcuno dei rinegoziatori ha chiesto di inserire all’ordine del giorno la revoca delle lettere notificate ai dipendenti per il recupero della PEO e la revoca del ricorso pendente presso presso il Giudice del Lavoro? Le disposizioni normative e le circolari ministeriali ed intergovernative che sono state emanate in questi giorni cambiano o no il contesto nel quale si è agito (per noi malissimo) finora?. E se cambiano il contesto generale, bisogna tenerne conto anche nel Comune di Reggio Calabria o questo è un’entità extraterritoriale?

 Occorre dare una risposta a queste legittime e ripetute domande e fare in modo che finisca questo stillicidio di continue riunioni nelle quali si fa un passo avanti e due indietro, all’insegna di una “rinegoziazione” che finora è servita solo a giustificare le tentate trattenute o mancate applicazioni contrattuali alla stragrande maggioranza dei dipendenti comunali ed a mallevare chi, invece, ha le responsabilità vere e certificate della situazione gestionale tanto criticata dal MEF, e non solo sulle questioni contrattuali, come hanno tentato di farci credere.

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano