Il punto sul mercato NBA

basket calabreseQuesta estate è piena di tanti,particolari colpi di scena. Dopo la decisione di LeBron James di tornare nella sua Cleveland e la riforma di Carmelo Anthony coi New York Knicks, molti altri giocatori hanno fatto le loro dovute scelte. Due dei quali ad aver cambiato casacca sono ex campioni NBA, ovvero Pau Gasol e Paul Pierce. Lo spagnolo dopo 7 anni a Los Angeles sponda Lakers, con cui ha vinto due anelli nel 2009 e 2010, ha preso la struggente decisione di lasciare Hollywood e l’oceano pacifico, e vestire i colori bianco e rosso dei Chicago Bulls, formazione allenata da coach Tom Thibodeau, che annovera nel proprio roster giocatori del calibro di Derrick Rose (MVP NBA 2011) e Joakim Noah (Miglior Difensore in quest’ultima stagione), entrambi leader carismatici in campo e fedelissimi della dottrina Thibodeau che enuncia difesa forte e aggressività sia offensiva che difensiva.  La dirigenza Bulls ha preso la decisione di firmare il lungo catalano dopo aver rilasciato Carlos Boozer, ex Utah e persona non più gradita nella Windy City dopo le ultime prestazioni non proprio brillanti. Il giocatore si è comunque già accasato ai Lakers.  “Gasol renderà Chicago una squadra migliore di come lo era con Boozer” queste le parole di Bill Simmons, “e mentre il fattore principale saranno le condizioni di salute di Rose, Chicago si saranno assicurato le grandi dote offensive di Gasol.” Quest’ultimo ha grandi doti tecniche e fisiche che gli consentiranno di essere un ottimo compagno di reparto per Noah, ed al caso, utilizzarsi da numero 5 in coppia con il sesto uomo Taj Gibson. I metodi di utilizzo di Gasol sono l’ultimo dei pensieri per Tom Thibodeau, preso da ben più pesanti questioni (leggi condizione fisica di Rose).
Un pò meno contento della firma di Gasol, lo è stato Phil Jackson, ora presidente dei Knicks che si aspettava il lungo scegliesse di giocare nella grande mela. Gasol ha firmato un contratto di 3 anni a 22 milioni di dollari.
Nella Capitale, invece, arriva Paul Pierce. Una scelta alquanto inaspettata da esperti ed addetti ai lavori, quella di The Truth (soprannominato così anni addietro da Shaquille O’Neal) che firmerà un biennale da 11 milioni di dollari.
I Wizards potenziano il loro roster portando esperienza attraverso il campione del mondo 2008 con la maglia dei Celtics, quando giocava agli ordini di coach Doc Rivers (che ha provato a portarlo ai Clippers) ed in squadra con Ray Allen e Kevin Garnett.
Il futuro sembra radioso per la squadra della capitale, che provengono da una stagione positiva e ben oltre le aspettative e condotti dalle giovanissime guardie John Wall e Bradley Beal e dalla coppia di lunghi formata da Gortat e Nenè Hilario. Una squadra giovane insomma, perfettamente allenata da coach Randy Wittman, persona molto stimata all’interno del circolo NBA.
Paul Pierce prenderà il posto del positivissimo Trevor Ariza, partente deluso che si accaserà ai Rockets, ed oltre a portare esperienza e leadership, avrà sia l’arduo compito di gestione dei possessi decisivi (specialità della casa) sia quello di indirizzare il talento presente nel roster verso una strada vincente.
Raffaele Camerini

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano