Ecco cosa prevede per i neroarancio il calendario di LEGADUE SILVER

Giovanni Benedettodi Giuseppe Dattola –  Da una decina di giorni, è uscito il calendario della Legadue Silver. Lo scherzo del destino dice che la Viola esordirà domenica 5 ottobre contro gli odiati avversari di Treviso, società che riparte da questa categoria dopo il fallimento di due anni fa. Era la gara più attesa fra i tifosi neroarancio che non dovranno aspettare molto perché la prima uscita ufficiale della compagine allenata da Gianni Benedetto sarà proprio in Veneto contro una realtà che vuole rilanciarsi dopo aver detto basta nell’estate del 2012. Sette giorni dopo, la tifoseria neroarancio spera di tornare al Palacalafiore e vedrà la proprio squadra disputare il primo match interno contro Omegna nel teatro delle grandi vittorie degli anni’90. I lavori stanno procedendo bene e la ditta che li sta eseguendo spera di consegnare l’impianto a Settembre prima del via ufficiale della stagione in modo tale che i reggini possano prepararsi in quella struttura e magari giocare il classico trofeo Sant’Ambrogio in quell’impianto come succedeva negli anni d’oro. Prima doppia trasferta sempre ad ottobre: il 19 ed il 26, Spera e compagni saranno di scena a Scafati contro l’indimenticato ex coach Ponticiello e Tortona; il girone d’andata terminerà la prima domenica di gennaio a Ravenna. Si ricomincia a campi invertiti l’11 gennaio del 2015 con la Viola che ospiterà Treviso ed una tifoseria che sicuramente riserverà una calda accoglienza agli avversari.  Il 19 ottobre ed il 18 gennaio sono previsti i due turni infrasettimanali del torneo mentre l’8 marzo ci sarà una pausa dei giochi perché andranno in scena le final eight della Coppa Italia di categoria. Ed ecco dunque che la stagione ha le dati ufficiali con le squadre che possono avere un obiettivo: quello di arrivare in forma ad inizio ottobre quando verrà alzata la prima palla a due. La Viola sta completando un roster che dovrà mostrarsi all’altezza di una categoria che presenta ai nastri di partenza tante realtà ambiziose e che vorranno disputare una stagione da protagoniste. Ma la Viola è in buone mani e sta facendo di tutto per allestire un organico che possa rendere al meglio anche perché è stato affidato alle sapienti mani di un tecnico vincente come Gianni benedetto, il quale non vede l’ora di tornare al lavoro per proseguire questo progetto di rilancio della società in cui si è formato professionalmente ed alla quale è rimasto sempre attaccato nonostante un lungo girovagare negli ultimi quindici annui.

Recommended For You

About the Author: Giuseppe Dattola