Reggio, visita premier: Cgil e Fiom incontrano il sindaco. Rinunciano allo sciopero ma mantengono il presidio.

Manifestazione FIOMDietro front parziale della Cgil e della Fiom. È bastato un incontro con il neo sindacato, Giuseppe Falcomatà, eletto non più tardi di un mese fa, per affievolire sul nascere gran parte delle velleità di protesta, manifestate da queste organizzazioni sindacali in merito alla vicenda che ha come oggetto il futuro delle industrie “Ansaldo Breda”, ex Omeca. Soltanto ieri, alla notizia dell’arrivo del Premier, Matteo Renzi, che tra qualche ora si recherà in visita non solo presso il Porto di Gioia Tauro, ma anche presso lo stabilimento industriale reggino, era stato indetto uno sciopero della durata di otto ore a cui sarebbe stato affiancato un presidio di lavorati. Nella serata di ieri, tuttavia, la Fiom-Cgil di Reggio Calabria e Locri – d’intesa con la segreteria regionale della Cgil, a seguito di un incontro con il sindaco della città in riva allo stretto, a cui hanno preso parte anche la Rsu AnsaldoBreda e la segreteria della Camera del Lavoro – hanno annunciato la decisione di sospendere lo sciopero previsto, specificando che sarà mantenuto solo il presidio, dinnanzi ai cancelli dello stabilimento, che partirà dalle ore 9:30 e che sarà seguito dallo spostamento dei lavoratori e delle lavoratrici in Piazza Italia, a pochi passi da Palazzo San Giorgio, sede del Comune calabrese. Secondo quanto si apprende, non saranno presenti soltanto i lavoratori reggini ma anche i lavoratori delle restanti province calabresi, appartenenti a tutte le categorie, i lavoratori in mobilità in deroga ed infine i lavoratori LSU/LPU.

Giuseppe FalcomatàAttraverso la nota diffusa dalla stessa Cgil, è stata valutata positivamente l’azione di mediazione svolta dal primo cittadino, che ha portato a un esito positivo e, soprattutto, “l’impegno a far sì che domani dall’incontro in azienda possano venire fuori impegni precisi e certi per quanto riguarda le prospettive industriali e occupazionali dello stabilimento AnsaldoBreda (ex Omeca) e dell’intero gruppo nell’interesse della città di Reggio Calabria”. È stato, tuttavia, confermato lo sciopero generale del 12 dicembre contro la riforma del lavoro, che, quindi, vedrà protagonisti anche i sindacalisti e i lavoratori reggini. In attesa di conoscere più dettagliatamente sia i contenuti dell’incontro che la natura e la portata dell’intervento di Falcomatà, e in cosa si sostanzierà il suo coinvolgimento futuro in merito ad un problema che coinvolge, direttamente ed indirettamente, l’intera collettività, non resta che attendere la visita del Presidente del Consiglio che, nel corso della sua breve permanenza a Reggio, sarà ricevuto in colloquio dallo stesso sindaco e dai restanti componenti del neo costituito apparato istituzionale.

Recommended For You

About the Author: Luigi Iacopino