Isis, terroristi chiedono un milione di dollari per restituire il corpo del reporter americano

Si direbbe in questi casi che non c’è limite al peggio, infatti sembra che i miliziani dell’Isis stiano tentando di negoziare la vendita del cadavere di James Foley, il giornalista americano da loro stessi decapsiria isis-1itato lo scorso agosto in Siria. Secondo quanto riferiscono fonti vicine allo Stato islamico, i jihadisti avrebbero avanzato la richiesta di un milione di dollari per restituire il corpo. Tutto ciò oltre a scuotere fortemente la nostra morale comune fa davvero rabbrividire dinnanzi alla speculazione umana, persino su una salma. Questi soldi richiesti servirebbero proprio per finanziare le operazioni dei terroristi e pur di ottenerli sono pronti a provare che il cadavere nelle loro mani è veramente quello del giornalista americano fornendo la prova del Dna. I jihadisti, quando tenevano Foley in ostaggio, avevano chiesto per il rilascio un riscatto di 100 milioni di euro alla famiglia del reporter e all’editore della sua testata, ma non fu mai raggiunto alcun accordo e Foley  purtroppo venne ucciso. Comunque sia adesso a parlare della negoziazione della salma di Foley, ma anche di altri corpi di altri ostaggi, è stato un ex ribelle siriano che a “Buzzfeed” ha riferito: “L’Isis prima vuole i soldi, un milione di dollari, e poi invierà il Dna in Turchia”. La famiglia di Foley intanto non ha voluto rilasciare dichiarazioni in proposito, mentre il dipartimento di Stato americano si è attivato per cercare ulteriori informazioni sulla vicenda. “Se fosse vero, sarebbe una cosa disgustosa”, ha commentato un alto diplomatico Usa.

Recommended For You

About the Author: Giulio Borbotti