CONCLUSOSI IL CASO CHARLIE HEBDO, UCCISI TUTTI E QUATTRO I TERRORISTI

GIPN MARSEILLE

di Carlo Viscardi -Si apprende dalle agenzie internazionali che con una duplice operazione della polizia francese si è conclusa la tragedia del Charlie Hebdo.
I tre killers sono stati uccisi durante il duplice assalto, il primo tenutosi nel locale kosher nella zona di Porte de Vincinnes a Parigi, dove erano asserragliati Amedy Coulibaly e la moglie Hayat Boumeddiene. I due erano ritenuti responsabili dell’uccisione giovedì di una vigilessa: avevano minacciato di uccidere le persone tenute prigioniere se non fossero stati liberati i fratelli Kouachi, nel frattempo morti durante un altro blitz a Dammartin-en-Goele.(fonte TGCom24).
Viene reso noto che I servizi segreti algerini avevano avvertito la Francia il 6 gennaio dell’imminenza di un possibile attacco terroristico ed Il premier israeliano Benyamin Netanyahu aveva dato ordine al ministero degli esteri e al Mossad di dare al governo francese ”ogni assistenza necessaria per combattere l’ondata di terrorismo a Parigi”.teste-di-cuoio-francesi
Si scopre inoltre che Amely Coulibaly era uscito di prigione da circa due mesi. Era stato arrestato e condannato nel 2010, per aver fatto parte di un gruppo che aveva elaborato un piano per tentare di far evadere Smait Ali Belkacem, l’autore dell’attentato del 1995 alla stazione RER di Saint-Michel a Parigi. Nella stessa inchiesta, riferiscono i media francesi, era stato interrogato anche Cherif Kouachi, uno dei due assalitori di Charlie Hebdo, che era però stato scagionato, quindi personaggi noti e conosciuti dalla polizia francese.
Si spera che il caso rimanda isolato e che non sia solo l’inizio di un’escalation di terrorismo in Francia che possa espandersi nel resto dell’Europa.

Recommended For You

About the Author: Carlo Viscardi