ASP Cz: Anticorruzione, è stato approvato il “patto di integrita’” che stabilisce gli obblighi delle parti nelle procedure di partecipazione alle gare e della loro aggiudicazione

Patto-IntegritàCatanzaro, 12 gennaio 2015 – Nell’ambito delle attività finalizzate alla riduzione del rischio corruzione, l’Azienda sanitaria provinciale di Catanzaro, ai sensi dell’art. 1 comma 17, della legge 6 novembre 2012 n. 190, ha approvato il documento denominato “Patto di integrità per l’affidamento di servizi, lavori e forniture”, destinato a regolamentare i comportamenti degli operatori economici e dei dipendenti dell’ASP nel settore relativo alle procedure di affidamento e gestione degli appalti. I protocolli di legalità / patti di integrità, previsti dalla normativa vigente, rappresentano il presupposto necessario e condizionante per la partecipazione di concorrenti ad una gara di appalto e consentono un controllo reciproco tra le parti, prevedendo sanzioni nel caso in cui qualcuno dei partecipanti tenti di eluderli. Il “Patto di integrità” stabilisce la reciproca, formale obbligazione dell’ASP di Catanzaro e dei partecipanti alla gara di conformare, attraverso una serie di impegni, i propri comportamenti ai principi di lealtà, trasparenza e correttezza nonché l’espresso impegno anti-corruzione di non offrire, accettare o richiedere somme di denaro o qualsiasi altra ricompensa, vantaggio o beneficio, sia direttamente che indirettamente tramite intermediari, al fine dell’assegnazione del contratto e/o al fine di distorcerne la relativa corretta esecuzione. Ciascun partecipante alle gare sopra i quarantamila euro (soglia comunitaria) deve obbligatoriamente presentare tale documento insieme all’offerta, debitamente sottoscritto dal titolare o rappresentante legale del soggetto concorrente. La sua mancata consegna comporterà l’esclusione automatica dalla gara. Al tempo stesso, l’ASP di Catanzaro, in caso di violazione dei principi stabiliti ed in particolare, qualora riscontri la violazione del Codice di Comportamento Generale (D.P.R. 16.04.2013, n. 62) e del Codice di Comportamento aziendale (adottato con deliberazione n. 44 del 30.01.2014) è obbligata ad attivare i procedimenti disciplinari nei confronti del personale a vario titolo intervenuto nel procedimento di affidamento e nell’esecuzione del contratto. Il “Patto di integrità” per appalti di servizi, forniture e lavori, con le relative sanzioni applicabili, resterà in vigore fino alla completa esecuzione del contratto conseguente ad ogni specifica procedura di affidamento.

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano