Afghanistan: dall’Italia un mammografo per il Maternity Hospital di Herat

afghanistanHerat, 27 gennaio 2015 – I militari italiani del Train Advise Assist Command West (TAAC W) nei giorni scorsi hanno consegnato un mammografo al Maternity Hospital di Herat. L’apparato, che permette di rilevare lesioni mammarie in fase precoce, è stato donato dalla “Fondazione Veronesi”, con il contributo economico della Banca Nazionale del Lavoro, ed è stato trasportato dall’Italia tramite i velivoli dell’Aeronautica Militare che assicurano i collegamenti tra l’Afghanistan e l’Italia. L’attività rientra tra le iniziative di sostegno e supporto alla popolazione civile afgana svolte dal TAAC W di Herat, comando a guida italiana su base Brigata bersaglieri “Garibaldi”, agli ordini del Generale di Brigata Maurizio Angelo Scardino. Il progetto è stato completato da un corso formativo per il personale locale incaricato del successivo impiego dell’apparecchio medicale, tenuto dall’Ingegner Carlo Pozzuoli, esperto di apparecchiature elettromedicali, designato dalla Fondazione Veronesi per illustrare ai tecnici afgani il funzionamento e l’impiego del mammografo. Il corso è stato tenuto presso il Conference and Training Center del TAAC-W. Alla cerimonia di fine corso hanno partecipato il Capo dipartimento della salute pubblica di Herat, Dottor Asef Kabir, e la Direttrice dell’Ospedale Regionale di Herat, Dottoressa Malika Paigham, che hanno espresso gratitudine per il concreto contributo fornito dall’Italia alla sanità locale nel corso degli anni, grazie al quale molti cittadini locali riescono ad accedere a cure mediche ed indagini diagnostiche prima non disponibili.

Tenente Colonnello Gennaro TROISE

Public Affairs Office Chief Portavoce Train Advise Assist Command West

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano