Centrodestra verso il confronto Lega e FdI: “ricostruire il futuro”

Renzi Conf Stampa incontro BerlusconiSilvio BerlusconiCom’era prevedibile, non sono trascorse neppure 24 ore dall’elezione del nuovo Capo dello Stato che i mal di pancia all’interno del centrodestra iniziano ad intensificarsi. Non c’è dubbio, infatti, che le ultime giornate abbiano segnato l’ennesima grande sconfitta per Forza Italia, un partito che soprattutto agli occhi dei suoi elettori appare, ormai, privo di una reale prospettiva politica, ingabbiato tra i problemi di Berlusconi, lo sbilanciamento nei rapporti di forza con il Pd e l’incapacità pressoché totale di cambiare marcia. Tutto questo non fa altro che aumentare le quotazioni di chi, come Fitto e Brunetta, all’interno del partito, si sono sempre dimostrati contrari al Patto del Nazareno. La strategia del Nazareno, infatti, non ha pagato e Forza Italia – in molti lo sanno, sebbene non lo ammettano – è stata costretta ad accettare le varie proposte (da taluno definite imposizioni) del Pd, minoranza compresa, sul terreno insidioso delle riforme. La legge elettorale, la riforma del lavoro e la manovra economica (che, però, riguarda la legge di stabilità) sono esempi che ben rappresentano la realtà. Una realtà che, a breve, potrebbe vedere anche l’aggiunta della riforma della giustizia, per completare il cerchio.

salvinimeloniQualcuno ritiene che, una volta cessata la pena a cui l’ex cavaliere è stato condannato, sarà più presente e più impegnato. Forza Italia riconquisterà terreno e, oltre a risalire nei sondaggi, sarà in grado di fare vera opposizione all’attuale Presidente del Consiglio. Ma è anche vero che, all’interno della variegata piattaforma politica del centrodestra, sta assumendo un peso sempre maggiore la Lega del nuovo corso di Matteo Salvini che ha quasi superato Forza Italia nei sondaggi e che, per cambiare le carte in tavola, sta provando a creare un percorso comune con il Presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni. A quest’ultima, che chiede al leader del carroccio di provare assieme a ricostruire il futuro per creare un “fronte anti Renzi, anti ‪‎Patto Nazareno, anti ‪Merkel, per l’Italia della sovranità e della produzione”, mentre “Berlusconi e Alfano celebrano il funerale del centrodestra”, l’europarlamentare lombardo  risponde che lui e la Lega ci sono.

fittoAd incalzare Berlusconi, comunque non è soltanto la fronda interna dei dissidenti ma anche lo stesso segretario del Pd che, a casa di Bruno Vespa a Porta a Porta, ha posto l’interrogativo se Berlusconi sia ancora intenzionato a fare le riforme. Quel che è certo – avverte il Premier, con la solita arroganza che lo contraddistingue – è che a lui non lo ricattano. Saranno, pertanto, due le risposte che il leader di Forza Italia dovrà dare in occasione del comitato di presidenza del partito che si riunirà tra qualche ora a Palazzo Grazioli, la prima proprio a Renzi, la seconda a Raffaele Fitto che, si legge su Tgcom24, ha pensato (bene) alfano-largedi convocare una conferenza stampa per la stessa ora. Altrettanto incerto appare il cammino del Nuovo centro destra, all’interno del quale si sono intensificati i malumori immediatamente dopo l’abbandono di Barbara Saltamartini e la presa di posizione di altri esponenti di spicco come Formigoni, Sacconi e Lupi. La presenza all’interno del Governo, tuttavia, per il momento regge e, secondo le previsioni, dovrebbe resistere fino al 2018. Ma dietro l’angolo c’è un’altra insidia rappresentata dalla proposta di legge sulle unioni civili.

Recommended For You

About the Author: Luigi Iacopino