Reggio: Il Centro Destra propone la sua riforma sanitaria

SanitaSi è tenuta oggi presso Palazzo San Giorgio la conferenza stampa indetta dai consiglieri del Centro-Destra che aveva ad oggetto la sanità reggina. In vista del completamento del processo che fa di Reggio una Città Metropolitana è di fondamentale importanza che venga riorganizzato anche il sistema sanitario del territorio. Servirebbe un nuovo, moderno e capiente Ospedale, in supporto agli altri esistenti per far fronte ad un area territorialmente più vasta  e umanamente più numerosa, come sottolinea il consigliere Massimo Ripepi che individua anche il terreno della possibile area edificabile. Anche Antonino Maiolino capogruppo di Reggio Futura centra il suo intervento sul risparmio “Sono convinto che ogni euro risparmiato  nella Pubblica  Amministrazione  sia di  fondamentale importanza , anzi nella Sanità è doppiamente importante, in quanto spendere bene le risorse significa preservare  la salute e salvare  vite umane. La sanità è un settore delicatissimo, questa amministrazione comunale ha voluto riservare anche una delega ad hoc. Noi vogliamo attivare, nel rispetto del nostro ruolo, tutte le azioni necessarie per vigilare e promuovere iniziative a favore della Città e dell’ intera Area Metropolitana.”  D’Ascoli e Matalone hanno concordato coi colleghi l’importanza di sfruttare al meglio le professionalità locali creando la nuova struttura, che serva anche per offrire una migliore operatività al pronto soccorso già esistente che spesso è al collasso in quanto non riesce a far fronte alla quantità di interventi che giornalmente occorrono. Al tavolo si è notata però l’assenza del consigliere Demetrio Marino, con il quale qualche giorno fa, si erano avuti momenti di leggera tensione durante il Consiglio Comunale riunito per discutere gli emendamenti alle Unioni Civili. Tensioni sfociate in alcune dichiarazioni alla stampa con le quali il consigliere di Forza Italia parlava di poca lucidità di alcuni colleghi. Dichiarazione respinte al mittente dal tutto il gruppo che ha ritenuto oggi, come ha affermato, Lucio Dattola, rispondendo ad una domanda, di non dover invitare il consigliere Demetrio Marino del quale non si approva il comportamento. Infine il consigliere Luigi Dattola (NCD) ha tenuto a ribadire la posizione di leadership che tutti i consiglieri di minoranza riconosco a Lucio Dattola, per rispondere pubblicamente e  fugare ogni dubbio riguardo le conclusioni improprie di qualche avventato giornalista. Lucio Dattola da parte sua ha espresso la voglia di tornare al dialogo con il giovane collega di partito previa scuse pubbliche.Mozione Sanità

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano