Inconsistente politica estera italiana. UE cambia sugli immigrati

immigrati- reggio calabriaViaggiavano nascosti all’interno del bagno di un Intercity due minori eritrei che cercavano di raggiungere il Nord Italia. I due ragazzi, partiti dalla Sicilia, sono stati fermati dalla Polfer che li ha affidati ad un centro per minori. In questi giorni a Reggio Calabria  specialmente nelle zone adiacenti alla Stazione Centrale è consuetudine trovare gruppi di immigrati, all’apparenza minori, che attendono nelle aiuole o mendicano per riuscire a comprare qualcosa da mangiare o solo per raccogliere i soldi per poter prendere un treno verso chi lo sa dove. Quasi ad ogni traversa del Corso Garibaldi, fuori da ogni supermercato e in strada nelle vicinanze di tutti i semafori ci sono questi ragazzi costretti a mendicare. Una situazione invivibile principalmente per la loro dignità di esseri umani e secondariamente per il decoro urbano di una città che vorrebbe essere turistica. Mai un’emergenza fu gestita peggio dal nostro Paese. E’ di oggi la notizia che l’Europa ancora una volta non ci tiene nella dovuta considerazione, pare che domani la Commissione Europa metterà a punto un nuovo piano di accoglienza per nulla favorevole all’Italia, come si legge oggi sull’articolo del Il Giornale dove si specifica che la nuova strategia sarà applicata solo ai prossimi arrivi e che dal testo pare sia svanito anche il termine “quote“.

Fabrizio Pace

Recommended For You

About the Author: Fabrizio Pace

Born in Reggio Calabria (ITA) in 1972, I was a basketball player at a competitive level for many years until, my passion for the internet and for design has led me, after studies, followed by a master for WEB DESIGNER coordinated by one of the most important industries that create software in this area. I started as a freelancer in 2000 and then became the owner of my WEB AGENCY, www.globalnetservice.eu , which is primarily concerned with the creation of websites and networks. In 2010 I created, along with some friends, the daily online www.ilmetropolitano.it , on which I write occasionally, and which are currently the founder and manager