Musulmana discriminata sul volo United Airlines. La hostess si rifiuta di servire una lattina sigillata di Diet Coke : “Può usare la lattina come un’arma”

Tahera AhmadUnited Airlines nella bufera dopo la denuncia di una donna musulmana. La compagnia aerea è stata accusata di discriminazione dopo aver rifiutato di servire una lattina sigillata di Diet Coke ad un passeggero femmina musulmano. Tahera Ahmad, sostiene sulla sua pagina di Facebook, di essere stata pesantemente discriminata dal personale di bordo della United Airlines: “Avevo chiesto solo una Coca Cola. L’islamofobia è reale”. A quanto scrive su Facebook la giovane, una assistente di volo si sarebbe rifiutata di servirle una lattina di Coca Cola “perché avrei potuto utilizzarla come un’arma”. La donna, direttrice di un centro interreligioso alla Northwestern University in Illinois, sostiene che il personale di bordo è stato “chiaramente discriminante contro di me”, poichè subito dopo aver rifiutato la sua richiesta, la hostess avrebbe portato una lattina di birra ad un uomo seduto seduto accanto a lei. Ahmad, che sul suo profilo Facebook indossa uno hjiab, ha subito protestato, finendo però per essere zittita dagli altri passeggeri: “Sei una musulmana, dovresti star zitta”, le avrebbe detto un passaggero. Tahera ha concluso la propria denuncia con un hastag: “L’islamofobia è reale”.La compagnia aerea si è poi scusata con un messaggio sul proprio sito internet, sostenendo di aver contattato personalmente la signorina Ahamad per chiarire la questione.Per Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”questo ulteriore episodio documenta l’impatto negativo della discriminazione nei confronti dei musulmani, basata sulla loro religione o sulle loro credenze, su diversi aspetti della loro vita.

c.s. – Giovanni D’Agata –  Sportello dei Diritti

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano