Domenica 6 settembre 2015 XVI Giornata Europea della Cultura Ebraica

Trentadue Paesi europei e settantadue località in Italia
In Calabria, iniziative a Bova Marina, Cosenza, Reggio Calabria, Santa Maria del Cedro e Vibo Valentia


giornata ebraicaTorna domenica 6 settembre 2015 la Giornata Europea della Cultura Ebraica, il tradizionale appuntamento coordinato e promosso in Italia dall’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, che invita a scoprire il patrimonio culturale ebraico, con centinaia di eventi tra visite guidate a sinagoghe, quartieri e musei ebraici, spettacoli, mostre, concerti, degustazioni kasher e incontri culturali. La manifestazione, giunta alla sedicesima edizione e alla quale aderiscono trentadue Paesi europei, è da sempre una proposta di condivisione e di incontro tra culture: intenti ben espressi dal tema dell’edizione 2015, “Ponti & AttraversaMenti”, minimo comun denominatore degli eventi e degli appuntamenti organizzati in ognuna delle settantadue località che aderiscono quest’anno in Italia. Sono cinque le località della CALABRIA che aderiscono alla manifestazione: BOVA MARINA, COSENZA, REGGIO CALABRIA, SANTA MARIA DEL CEDRO e VIBO VALENTIA. Gli appuntamenti, che si svolgeranno in tre giorni di eventi tra visite guidate, degustazioni, concerti e conferenze, testimoniano il crescente e diffuso interesse per la cultura ebraica che c’è oggi in Calabria. Si parte domenica 6 settembre a SANTA MARIA DEL CEDRO, dove dalle ore 9.00 si apriranno le manifestazioni presso l’ex Carcere dell’Impresa, sede dell’“Accademia internazionale del cedro”, con visite guidate all’interno dell’opificio cinquecentesco.  Alle 10.30 avrà luogo un convegno-dibattito sul tema della Giornata, con Franco Galiano, animatore della manifestazione, seguito alle 12.00 da un “break” con degustazioni e buffet a base di cedro e pietanze tipiche. Nel pomeriggio, visita alle cedriere e deposizione di una corona commemorativa nel borgo storico, presso l’epigrafe dedicata alle Comunità ebraiche e a quelle contadine della riviera dei cedri. La giornata chiude, alla sera, con proiezioni e momenti musicali ispirati alla cultura ebraica. Per maggior informazioni, Email francogaliano@tiscali.it. Nel pomeriggio di domenica 6 settembre, a VIBO VALENTIA, alle ore 17.00, incontro presso l’auditorium del Sistema Bibliotecario Vibonese (Via Ruggero il Normanno) sul tema della Giornata, con i saluti di Roque Pugliese, referente in Calabria della Giornata Europea della Cultura Ebraica, di Elio Costa, sindaco di Vibo Valentia, di Raimondo Bellantoni, assessore alla cultura.  A seguire, “Ponti musicali. La musica ponte di ricostruzione della memoria, recupero dell’identità e armonia tra culture”, concerto del duo pianistico De Stefano-Tatievskaya, che eseguono musiche di Mendelssohn-Bartholdy, Verdi, Haim, Smetana. Per maggiori informazioni, Email roquechai@gmail.com. Si aprono a REGGIO CALABRIA gli incontri di lunedì 7 settembre, alle ore 9.30, a palazzo San Giorgio (Piazza Italia), con la conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa “Una Chanukkià per Reggio Calabria”.
Introduzione di Roque Pugliese, saluti istituzionali di Giuseppe Falcomatà (sindaco di Reggio Calabria) e di Patrizia Nardi (assessore alla cultura di Reggio Calabria). A seguire intervengono l’editore Franco Arcidiaco ed Enrico Molinaro, presidente dell’associazione “Prospettive Mediterranee”. Per maggiori informazioni, Email roquechai@gmail.com.

Lunedì 7 settembre si prosegue a COSENZA, alle ore 17.30 nel Palazzo della Provincia (Piazza XXV Marzo), con i saluti del Presidente della Provincia di Cosenza Mario Occhiuto e di Roque Pugliese.
Seguiranno gli interventi di Alfredo Apolito, vicepresidente Lions Club Cosenza, e di Enrico Molinaro, e l’inaugurazione della mostra “Identità”, curata da Alessandra Carelli e Roberto Sottile. Per maggiori informazioni, Email roquechai@gmail.com. Le iniziative proseguono martedì 8 settembre a BOVA MARINA, presso il Parco Archeologico di Bova Marina, dalle 9.00 alle 14.00 e dalle 14.30 alle 17.00, con visite guidate ai resti dell’antica Sinagoga, rara testimonianza di uno dei più antichi insediamenti ebraici in Italia, scoperta nel 1983. Le visite saranno curate da Emilia Andronico, presidente del Parco.
Negli stessi orari, sarà aperto gratuitamente l’Antiquarium “Archeoderi” (Vallata del San Pasquale), che ospita i pregevoli reperti di età imperiale romana rinvenuti negli scavi. Per maggiori informazioni, Email roquechai@gmail.com. In Italia la Giornata Europea della Cultura Ebraica gode dell’Alto Patronato del Presidente della Repubblica ed è patrocinata dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, dal Dipartimento per le Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri, dall’ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italiani. La manifestazione è inoltre riconosciuta dal Consiglio d’Europa.

In Europa aderiscono i seguenti Paesi:
Austria, Belgio, Bosnia Erzegovina, Bulgaria, Croazia, Danimarca, Finlandia, Francia, Georgia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Macedonia, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Russia, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Turchia, Ungheria.

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano