I santuari mariani calabresi nell’anno del giubileo della Misericordia

Si è tenuto nella giornata di ieri, nella prestigiosa sala conferenze del Museo della Certosa di Serra San Bruno, il primo convegno organizzato dalla consulta tecnica di settore avente ad oggetto i Santuari Mariani Calabresi nell’anno del giubileo della misericordia. Numeroso il pubblico presente e le autorità intervenute. I lavori  coordinati dal Dott. Marco Primerano, membro della consulta tecnica, hanno visto la partecipazione dell’ ex assessore regionale alla cultura Antonella Freno ,dell’avv. Domenico Naccari membro della Consulta e presidente della fondazione Calabria Roma Europa e del docente universitario Angela Busacca. Domenico Gli interventi si sono concentrati sulle radici storiche e religiose dei santuari mariani calabresi. Dopo i saluti istituzionali del presidente del consiglio comunale Giuseppe De Raffaele, il quale ha manifestato la necessita’ di sostenere il turismo religioso in Calabria, il filologo Marco Primerano si e’ soffermato sull’interesse spirituale e scientifico degli itinerari mariani precisando che: ” San Bruno si pone nella schiera dei Santi devoti alla Madonna in quanto madre di misericordia. I santuari mariani- ha aggiunto – sono dei centri di cultura di valore inestimabile che esigono di essere tutelati come elementi propulsivi della Calabria”.  Il presidente della fondazione Calabria Roma Europa Avv.  Domenico Naccari ha poi incentrato  il suo intervento sul concetto di misericordia inteso come amore di Dio verso il bisognoso. Ha poi rilanciato l’idea del Lions di promuovere il Santuario Mariano di Santa Maria del Bosco come patrimonio dell’Unesco. L’ ex assessore regionale Antonella Freno ha affermato che quella di Maria ” e’ una figura incontaminata che la storia della fede ci ha consegnato in maniera dogmatica. L’amore – ha evidenziato – è il tema più bello dei Santuari Mariani”.

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano