Ancora l’ennesima promessa da Matteo Renzi…

Dopo  “l’ALT” da parte del Consiglio di Stato in merito al pagamento in bolletta del canone Rai, il premier torna a fare promesse ed a garantire gli ennesimi abbassamenti della pressione fiscale. In un’intervista al QN il premier  dichiara : “Pensavamo di intervenire sull’Ires nel 2017 e sulle famiglie nel 2018, ma tutti, anche gli imprenditori, mi dicono che è urgente mettere più soldi nelle mani delle famiglie,  ne discuteremo in settembre e il governo, per ottobre, avrà deciso”. Nel rilasciare tali dichiarazioni il premier annuncia la nascita di una nuova “festa” nazional-popolare: ” il 16 giugno in mille piazze d’Italia il Pd,  il partito più determinato nella lotta alle  tasse, organizzerà la Festa dell’Imu, celebrando così la scomparsa di un’imposta impopolare”. Con il suo “ottimismo”, spesso esagerato, Renzi critica i giornalisti e gli opinionisti che negli ultimi mesi hanno preannunciato una bocciatura ed una revisione da parte dell’EUROPA in merito alla Finanziaria, affermando di aver ottenuto undici miliardi di flessibilità, e che sulla manovra non vi saranno obiezioni. In merito alla “mancanza di sicurezza” percepita dalla gente, obietta col fatto che i crimini siano in diminuzione, anche se il governo nel Maggio prossimo venturo  interverrà con una legge per garantire ulteriore  sicurezza nelle città.

M.S

Recommended For You

About the Author: Miri Pr2