Renzi: ‘No a dimissioni’. Il futuro del Governo è legato al referendum

Matteo RenziGli italiani possono continuare a dormire incubi tranquilli. Pardon, sonni tranquilli. Nel caso in cui il Pd dovesse perdere il ballottaggio a Roma e Milano, il Governo non cadrà, perché “l’esito della permanenza al governo è legata al referendum costituzionale”. Parole di boy scout, anzi, per essere più precisi, parole di quel boy scout che oggi è segretario del Pd e Presidente (non eletto) del Consiglio dei Ministri italiano. Ironia a parte, tuttavia, il futuro politico del Bel Paese, al netto delle “minacce” (si fa per dire!) democratiche, non lascia sperare in niente di buono.

C’è da dire che, nonostante l’indifferenza di Palazzo Chigi, il Partito democratico ha accusato il durissimo colpo delle recenti amministrative che hanno visto un crollo generale del principale partito di governo, quello che, per farla breve, per bocca dei propri rappresentanti, non ha mai perso occasione per sbattere in faccia alla controparte il 41% delle ultime elezioni europee. A Roma, tanto per essere chieri, rispetto al 26,26% ottenuto alle comunali del 2013 e al 43,07% delle europee, i dem al momento sono riusciti a portare a casa un misero 17,2%. Cosa è cambiato dunque? Probabilmente la retorica renziana, mista a rottamazioni fantoccio – quelle che ti fanno scaricare Prodi e Bersani ma ti fanno acquisire Alfano e Verdini – trappole (dis)informative e illusoria manipolazione del reale, non basta più.elezioni comunali

E cosi, dopo il cosiddetto referendum sulle trivelle e quest’ulteriore mazzata elettorale, il Pd di Matteo Renzi, come un pachiderma ferito dalle trappole poste dal suo stesso addestratore, si appresta a percorre quello che dovrebbe (o potrebbe) essere l’ultimo miglio. A noi comuni mortali elettori non resta che attendere l’esito dei due ballottaggi di Roma e Milano e, sulla scia di questi risultati, la strategia mediatica che il sindaco-premier intenderà sviluppare per quello che dovrebbe (o potrebbe) essere l’ultimo atto di una storia nata e cresciuta nell’illusione.

Recommended For You

About the Author: Luigi Iacopino

Lascia un commento